A scuola di bonifica, lago e territorio: gli alunni di Massarosa aderiscono al progetto

0

MASSAROSA –  Il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, che proprio in questi giorni compie il suo primo anno di vita, è costituito da un territorio molto ampio e articolato, dalle caratteristiche ambientali uniche. Mette insieme molteplici peculiarità: montagna, collina, pianura, laghi, valli, aree al di sotto del livello del mare, zone fortemente antropizzate e molto altro ancora. Ogni angolo del comprensorio ha bisogno, dal punto di vista della sicurezza idraulica, di cure e manutenzioni particolari e in larga parte differenziate. Ma al contempo è indispensabile una contaminazione reale delle varie zone: un’osmosi che garantisca una conoscenza diffusa delle tante criticità e potenzialità presenti, perché solo attraverso una visione complessiva è davvero possibile pianificare e realizzare una gestione unitaria, e quindi realmente efficace, del territorio.

Parte da questa consapevolezza il progetto didattico che il Consorzio propone agli alunni delle scuole del comprensorio: un piano formativo che per l’anno scolastico 2015 che coinvolge ben dieci classi del comprensorio (di Lucca, Appennino Pistoiese, Versilia, Pisa, Massa e Lunigiana).

L’attività che riguarda Massarosa è stata presentata stamani (martedì 24 marzo) nella sede della scuola dal presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi, la professoressa Primetta Bertolozzi, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Massarosa 1 e il responsabile dell’oasi WWF Pisa Marcello Marinelli, che collabora alla parte educativa del progetto.

 

Saranno quaranta gli alunni delle prime interclasse della scuola media che approfondiranno lo studio del territorio, imparando a conoscere da vicino la bonifica storica di Massaciuccoli, il lago e il nuovissimo impianto di fitodepurazione gestito dal consorzio. Capiranno l’importanza della gestione delle acque superficiali, la loro regimazione per contrastare il rischio idrogeologico, l’uso delle idrovore per mantenere asciutto il territorio, principali azioni che il consorzio svolge nella nostra zona, caratterizzata da forti depressioni rispetto al livello del mare. Ma l’impianto di fitodepurazione sarà il punto forte e principale del progetto didattico: la più grande e avveniristica area d’Italia dedicata esclusivamente alla depurazione delle acque attraverso metodi naturali si trova infatti proprio nella bonifica e nel territorio comunale. Un invaso riallargato di diciassette ettari dove le acque decantano per giorni e che dopo essere state depurate attraverso l’azione delle piante, vengono immesse nuovamente nel lago, impoverite di tutte quelle sostanze nutrienti che sono una delle cause dei problemi del Massaciuccoli. La collaborazione con il WWF consentirà anche approfondimenti di carattere ambientale, naturalistico e storico-sociale.
Le classi di Massarosa ospiteranno e saranno ospitate dalle classi di Aulla e di Licciana Nardi con cui sono gemellate. Gli alunni lavoreranno sui rispettivi territori per poi scambiarsi le esperienze e coglieranno le differenze nelle caratteristiche e nella gestione dei corsi d’acqua.

 

Ismaele Ridolfi – Presidente Consorzio Bonifica Toscana Nord “Con la riforma in materia di bonifica (Legge Regionale 79/2912) oggi il Consorzio si occupa della manutenzione del reticolo idraulico nella sua interezza, dalla sorgente alla foce. In questo contesto, presentare ai ragazzi, e a tutti i cittadini, l’attività del Consorzio, significa anche mettere a confronto ambienti naturali diversi. Questa premessa introduce la finalità del progetto didattico: mettere in relazione tra di loro scuole dei tanti e diversi territori che vanno a comporre oggi il nostro comprensorio, in modo che da questo confronto emerga la totalità dello stesso. Oltre alle lezioni e alle uscite sul territorio. la fase di rielaborazione individuale dell’esperienza, da parte di ciascuna classe, risulta fondamentale, perché l’obiettivo del progetto è quello di contribuire a creare un vero e proprio legame di “adozione” tra i ragazzi e il corso d’acqua studiato, che si potrà sviluppare e rafforzare anche con progetti successivi, da programmare negli anni futuri”.

Marcello Marinelli WWF Pisa “Per il secondo anno il wwf collabora con il Consorzio per far conoscere ai cittadini, adulti e giovani, la fitodepurazione, che oltre ai meriti ambientali per l’azione di depurazione delle acque prima che si immettano nel lago, ha contribuito a rinaturalizzare fortemente quella zona in cui si registra un sensibile aumento delle specie animali e vegetali tipiche delle nostre aree umide.”

Primetta Bertolozzi Dirigente istituto comprensivo Massarosa 1: “Abbiamo aderito con entusiasmo a questo progetto presentato dal Consorzio, che si inserisce perfettamente nella nostra offerta formativa, attenta alle tematiche scientifiche e naturalistiche applicate alla conoscenza del nostro territorio”

No comments

*