Abusivismo commerciale sul demanio, Capitaneria di Porto in azione

0

Sono entrati in azione, nella mattinata odierna, gli uomini della Capitaneria di Porto di Viareggio guidati dal capitano di fregata Marco Alberto Iacono, per controlli finalizzati alla lotta all’abusivismo commerciale nelle sue varie forme. Questa volta i controlli si sono concentrati sul litorale di Lido di Camaiore dove una squadra composta da quattro uomini in divisa bianca provvedeva a verificare le autorizzazioni commerciali e demaniali dei numerosi venditori ambulanti.

Il dato poco confortante è che la totalità dei controlli ha dato esito negativo, ed anzi, molti dei venditori alla vista dei militari hanno preferito abbandonare la merce e fuggire, molto probabilmente perché sforniti anche dei permessi per risiedere sul territorio italiano. Solo due non sono fuggiti e sono risultati in regola con il permesso di soggiorno ma comunque non avevano alcuna autorizzazione per effettuare il commercio sul demanio marittimo.

In totale sono stati redatti oltre 10 verbali tra sequestri e sanzioni per un totale di oltre 4.000 pezzi sequestrati ben 30.000 Euro di valore commerciale alla vendita. I sequestri hanno riguardato la merce più svariata consistente in vestiti, borse, costumi, pareo, cover per cellulari, gadget per smartphone, occhiali, orologi, braccialetti, giocattoli, copricapo, specchietti, beni da cosmesi, oggettistica personale ed utensileria varia. Tutto il materiale sequestrato, decorsi i termini di legge, sarà avviato alla distruzione. Ha anche sorpreso, da sottoporre alle giuste verifiche, alcune etichette con la dicitura “100% carta”!?.

Con queste azioni si vogliono tutelare tutti coloro che svolgono attività commerciali regolari che si forniscono delle necessarie autorizzazioni ed effettuano il pagamento degli oneri previsti. Il fenomeno è dilagante in tutte le varie forme, fino a sfiorare profili di natura sanitaria per tutti gli avventori di servizi di massaggi e tatuaggi in spiaggia, oltre ovviamente ai soliti venditori di bevande e cibi preparati senza il rispetto di alcuna norma igienico-sanitaria.

Inoltre si vogliono tutelare gli utenti più piccoli, cui spesso vengono regalati giocattoli vari, di dubbia provenienza, prodotti con plastiche contaminate e peggio ancora con manodopera minorenne.

Infine tra le azioni c’è stato il sequestro del mercatino abusivo che si forma giornalmente sulla fossa dell’Abate tra Viareggio e Camaiore il quale, tra l’altro, viene lasciato pieno di rifiuti di ogni genere.

Azioni soddisfacenti che proseguiranno nel corso di tutta l’estate. Infine, si ricorda il numero blu gratuito 1530 per le emergenze.

No comments

* VERIFICA SCRIVI I CARATTERI CHE VEDI NELL'IMMAGINE SOPRA