Acqua, a Camaiore un consiglio comunale dedicato alla situazione di Gaia spa

0

CAMAIORE – Si è tenuto ieri sera, lunedì 8 giugno 2015, un Consiglio Comunale dedicato alla situazione di Gaia SpA e alla discussione e approvazione di linee di indirizzo in vista della presentazione del Piano Economico Finanziario dell’azienda. L’ordine del giorno, votato all’unanimità, impegna Gaia a lavorare sulle spese di gestione corrente al fine di predisporre un Piano Economico e Finanziario credibile e duraturo.

Il Sindaco Del Dotto si farà portatore di alcune proposte per migliorare la qualità del servizio e per avvicinare Gaia ai cittadini, ponendole all’attenzione dell’assemblea dell’Autorità Idrica Toscana:

– “ACQUA DIRITTO GARANTITO”: minimo vitale garantito per le persone indigenti che possono dimostrare la propria situazione di difficoltà;
– “PATTO PER LA QUALITÀ”: inserimento nella Carta dei servizi dell’Autorità di una norma che tuteli i cittadini anche dal punto di vista della qualità; se fuori dagli standard utenza non sia tenuta a pagare;
– “SNELLI E PRESENTI”: meno sedi di uffici per risparmiare sugli affitti, lasciando nei palazzi municipali piccoli front-office a servizio dei cittadini;
– “TARIFFE SOSTENIBILI”: le perplessità sullo strumento delle partite pregresse devono essere fugate da un approccio che permetta di chiudere i bilanci senza compromettere quelli di famiglie e aziende;
– “INVESTIMENTI PER MIGLIORARE”: i finanziamenti richiesti alle banche devono essere devoluti, in quota parte, alla sostituzione delle reti idriche obsolete, in particolare a quelle in cemento o amianto; priorità va data alla soluzione per il “mare pulito” e infrastrutture di depurazione adeguate al 2015.

“GAIA SpA è un bene comune, di tutti, e abbiamo il dovere di lavorare per fare sì che proposte come le nostre possano trovare concreta attuazione e che GAIA sia davvero di tutti i cittadini e non solo dei Comuni che hanno più quote. Avevamo invitato anche il Direttore di Autorità Idrica Toscana ma ci ha risposto che non sarebbe venuto perché poi non vorrebbe dover iniziare a fare il giro di tutti i Comuni della Toscana. Per la cronaca ha un compenso di oltre 100.000 euro, cifra che – a questo punto – appare eccessiva rispetto all’impegno dimostrato”, il commento del Sindaco Del Dotto.

No comments

*