Acqua potabile: controlli in tutti i comuni versiliesi

0

VERSILIA –  Il Dipartimento di Prevenzione della Ausl12 di Viareggio, in un incontro voluto dal Direttore Generale Brunero Baldacchini e dal Presidente della Conferenza dei Sindaci Ettore Neri, svoltosi questa mattina a Villa Pergher, ha portato a conoscenza dei Sindaci e dei rappresentati dei comuni della Versilia i dati raccolti e le attività programmate, per quanto concerne la qualità delle acque, con particolare riferimento ad una eventuale presenza di Tallio.

Dopo avere positivamente valutato i primi risultati che emergono dalle analisi nelle aree circostanti la zona di Pietrasanta, e allo scopo di offrire a tutti i cittadini della Versilia il massimo delle informazioni e delle notizie relativamente alla qualità dell’acqua potabile, è stato deciso di estendere  i controlli a tutta la Versilia.
Da lunedì 17 novembre 2014, quindi, per un periodo complessivo di due settimane, saranno prelevati 144 campioni di acqua in tutti i punti di prelievo ufficali utilizzati dalla Azienda USL per le verifiche sulle reti acquedottistiche, a copertura, dopo quello di Pietrasanta, dei territori di Stazzema, Camaiore, Seravezza, Forte dei Marmi, Massarosa e Viareggio. Domani venerdì 14 novembre 2014, invece, è in programma a Firenze un incontro a cui parteciperanno i rappresentanti della Regione Toscana e della Ausl12 di Viareggio per concordare e definire le caratteristiche di una indagine epidemiologica che, realizzata attraverso l’Agenzia regionale di Sanità della Toscana, coinvolgerà la popolazione che potrebbe essere stata esposta ad un’ eventuale presenza di tallio nell’acqua potabile la cui qualità attuale, come è stato ribadito anche in questa occasione, non deve destare nessuna preoccupazione da parte degli utenti versiliesi.

E intanto, a Forte dei Marmi, è stata sospesa l’acqua in brocca nelle scuole per rassicurare le famiglie e ritorno dell’acqua in bottiglia. L’amministrazione comunale ha accolto i timori delle famiglie  a seguito dell’emergenza di Pietrasanta e ha ripristinato l’utilizzo dell’acqua in bottiglia. “E’ stata una decisione presa unicamente a scopo di dare ulteriore tranquillità alle famiglie – spiega  il sindaco Umberto Buratti – dal momento che il nostro acquedotto non è quello di Pietrasanta e le analisi effettuate come sempre prima dell’inizio di ogni anno scolastico hanno riscontrato un’eccellente qualità dell’acqua. Inoltre quest’estate é stato realizzato un campionamento straordinario dall’Asl, prelevando l’acqua prima dell’ingresso nei plessi e direttamente dal rubinetto una volta dentro, in modo da avere un quadro completo delle  sue condizioni. I risultati sono stati di ottima qualità.  A causa dell’emergenza creatasi a Pietrasanta sono in corso le dovute verifiche in piena  collaborazione con l’Asl. Nel frattempo, al solo scopo di rasserenare le famiglie preoccupate per i propri figli abbiamo deciso la sospensione del progetto “Acqua in brocca”, sperimentato da diversi anni nei plessi dell’istituto comprensivo. A seguito della riunione svoltasi questa mattina presso la Asl  – conclude il sindaco  – attendiamo nelle prossime settimane i risultati delle analisi ricordando che solamente l’Azienda sanitaria può dare conferma dei risultati”.

No comments

*