Affitti non pagati, canoni irrisori, occupazioni abusive: e ora al via la legalità

0

VIAREGGIO –  Affitti non pagati, canoni irrisori, occupazioni abusive: questo il quadro che emerge dalla relazione elaborata dall’ufficio patrimonio, che è stata consegnata questa mattina al sindaco Giorgio Del Ghingaro; una situazione di irregolarità diffusa che coinvolge quasi l’intero patrimonio immobiliare dell’Ente e che in alcuni casi risale ad oltre dieci anni fa.

Come si ricorderà il mese scorso la Giunta aveva richiesto una ricognizione del patrimonio immobiliare del Comune: il provvedimento era stato predisposto dopo che, da una sommaria ricognizione, erano apparse situazioni irregolari, anche gravi, che riguardano sia terreni sia fabbricati che insistono su aree pubbliche.

Oggi la relazione, molto articolata, conferma i primi rilievi: su 26 immobili adibiti a civile abitazione, 24 sono occupati in assenza di un titolo valido.

Nel dettaglio: 7 immobili sono ex case-custodi e sono ancora occupate dai dipendenti comunali che le custodivano ma che ormai sono in pensione e che quindi non hanno più alcun titolo a restare. Altri tre immobili semplicemente sono stati occupati abusivamente. Esiste poi tutta una serie di fabbricati, un tempo adibiti a finalità sociali, sui quali grava un’ordinanza di sgombero datata 2011 e mai eseguita.  Infine, su alcune unità abitative, sono ancora in corso gli accertamenti da parte della polizia municipale per capire se esistono titoli autorizzativi che però ad oggi non risultano agli uffici.

Capitolo a parte per i locali utilizzati da associazioni: qui si va da locazione a titolo gratuito (tre casi) a contratti irrisori la maggior parte dei quali non regolarmente pagata. Otto, infine, sono del tutto inutilizzati.

«L’ufficio ha fatto un ottimo lavoro – commenta il sindaco Giorgio Del Ghignaro -, la relazione predisposta consentirà alla giunta di deliberare quanto prima. Dove sarà possibile provvederemo alla regolarizzazione rivedendo ed integrando a norma di legge i canone di concessione – continua -, altrimenti attiveremo le procedure di sgombero».

«Abbiamo trovato situazioni di irregolarità che vanno avanti ormai da oltre dieci anni – aggiunge -. In due mesi siamo riusciti ad avere un quadro preciso e dettagliato e adesso procederemo a mettere tutto sul pulito e, ovviamente, di tutta questa nostra attività dovremo dare informazione alla Corte dei Conti».

«Andiamo avanti – conclude – per ristabilire la legalità e rispetto della cosa pubblica nell’interesse di tutta la città di Viareggio».

No comments

*