Aggrediscono il barista con la spranga: uno dei due è il ragazzo coinvolto nel delitto Iacconi

0

TORRE DEL LAGO – ( di Letizia Tassinari ) – Spedizione punitiva, e aggressione a suon di spranga di ferro a Torre del Lago. In due si sono presentati al bar Sport, cercando uno dei baristi. “Ti dobbiamo parlare”, questa la frase, proferita, con tono minaccioso, per un fatto avvenuto pochi giorni prima: il ragazzo, 18 anni, che lavora nel locale alle dipendenze di Luigi Troiso, consigliere di maggioranza in Comune a Viareggio, che aveva difeso una ragazzina per degli apprezzamenti sessuali, era anche stato molestato via telefono, con dei messaggi, e pensando che i due volessero solo parlargli, ignardo di quanto sarebbe accaduto,  è uscito sul marciapiedi, ma in un attimo si è trovato a terra, spintonato, e ferito, colpito in testa con una spranga di ferro da uno dei due giovani che poi, in fretta e furia, si sono allontanati a bordo di uno scooter. Il 113, allertato col 118, ha subito diramato le ricerche dei due fuggiaschi e grazie alle informazioni date dai tanti testimoni presenti al fatto che hanno saputo fornire alla Polizia nomi e cognomi, gli agenti della Squadra Volante sono andati a prenderli nelle loro abitazioni. Uno dei due aggressori è lo stesso ragazzino, oggi maggiorenne, che fu arrestato per il delitto di Halloween, e che, dopo un periodo nel carcere minorile, è tornato libero lo scorso 17 giugno per scadenza dei termini della custodia cautelare ( LEGGI ANCHE: Delitto di Halloween, scaduti i termini della custodia …) ed è ancora in attesa della richiesta di rinvio a giudizio. Nessun arresto, per l’episodio di oggi, le ferite infatti, e solo per un miracolo, non sono gravi: punti alla testa e sette giorni di referto. I due, caricati sulle pantere, sono stati  portati in Commissariato a sirene spiegate, dove sono stati sentiti direttamente dal dirigente dottor Marco Monteleone, e per entrambi gli aggressori scatterà la denuncia. La Procura di Lucca, pm Sara Polino, e la Procura minorile di Firenze, pm Benedetta Parducci, entrambe titolari dell’inchiesta sul delitto di Halloween, sono già state informate.

No comments

*