Alberi caduti, le indicazioni degli esperti e l’intervento al manto stradale hanno salvato via Canova

0

FORTE DEI MARMI – “Ci troviamo ancora una volta di fronte alle surreali esternazioni dell’architetto Ghiselli”. Il vice sindaco Michele Molino e gli assessori Alessio Felici ed Emanuele Tommasi liquidano seccamente la nuova provocazione del presidente del Forum cittadino. “Proprio perché abbiamo accolto le indicazioni del professor Cinelli dell’Università di Pisa – spiegano gli amministratori- siamo riusciti a ridurre drasticamente il numero delle piante abbattute dal fortunale, che sono state solo 20 ( la maggior parte delle quali spezzate e non divelte dal terreno) rispetto alle 208 esistenti. Le altre 108 siamo stati costretti a tagliarle successivamente, in seguito ai controlli effettuati su tutto il territorio per ripristinare la sicurezza. L’intervento realizzato nei mesi scorsi lungo la via Canova, infatti, ha impedito ai pini di cadere e fare ulteriori danni al territorio. Il cemento ha tenuto con forza le radici, bloccandone la fuoriuscita ed evitando la rovinosa caduta degli alberi. Un intervento indispensabile, dal momento che la scelta di cambiare tipologia di piante o di salvaguardare l’esistente non sarebbe stata possibile a causa del vincolo paesaggistico tutelato della Soprintendenza. Vorremmo anche aggiungere che le alberature sulle aree pubbliche, grazie alla costante e curata manutenzione effettuata, hanno avuto poche perdite durante il fortunale. Addirittura prima di aprire il cantiere in via Canova, sempre insieme con il professor Cinelli avevamo tagliato otto piante ritenute instabili, mettendo in sicurezza la strada. L’eccezionalità dell’evento atmosferico che si è abbattuto sul nostro comprensorio era del tutto imprevedibile e possiamo soltanto tirare un sospiro di sollievo che questo intervento fosse già stato completato, essendo stato di fatto un’ulteriore garanzia per questa fascia di territorio. Non solo, abbiamo già provveduto a rimuovere quei pini che sono stati ritenuti a rischio allo scopo di evitare nuove criticità. In sintesi – concludono Molino, Felici e Tommasi – le dichiarazioni di Ghiselli sono prive di alcun fondamento e tese soltanto a gettare discredito sull’operato dell’amministrazione comunale”.

No comments

*