Ambiente: niente raccolta differenziata per 8 alberghi e 3 ristoranti, bene gli stabilimenti balneari

0

PIETRASANTA – Gli stabilimenti balneari ora dividono le diverse tipologie di rifiuto, organico da una parte, verde dall’altra e così via e conferiscono correttamente ai cassonetti secondo le modalità ed i tempi previsti. Rispetto ad mese fa quando gli stabilimenti sanzionati erano una ventina, sono sensibilmente diminuite le strutture che ancora non conferiscono in maniera corretta le diverse tipologie di rifiuto. Nell’ultimo giro di controlli, effettuati lunedì’ 5 settembre dall’amministrazione comunale di Pietrasanta rappresentata dal vice sindaco, Daniele Mazzoni ed Ersu con il Direttore, Walter Bresciani Gatti, sono solo 4 le strutture sanzionate che sui 107 controllati. Situazione diversa per ristoranti, alberghi ed altre strutture commerciali e private dove una prima serie di controlli hanno invece evidenziato diverse irregolarità. La Polizia Municipale ha elevato 8 sanzioni ad altrettante strutture alberghiere. Multati anche 3 ristoranti per le stesse motivazioni. “Con piacere vedo che il conferimento di indifferenziato dei balneari è crollato dopo le azioni di sensibilizzazione e i  controlli, nei mesi estivi l’indifferenziato (RUR) balneare è calato del 30%. Un dato enorme: si tratta di 125 tonnellate che non finiranno in discarica e che porteranno oltre che un enorme beneficio ambientale anche un risparmio sulla tari. La produzione di indifferenziato delle utenze balneari è calata da 411 tonnellate del 2015  a 286 tonnellate del 2016. Constato purtroppo che alcuni alberghi e ristoranti si disinteressano della raccolta differenziata, in questi casi saranno elevati i verbali da 450 euro”.

Nei prossimi giorni – fa sapere l’amministrazione comunale – partiranno altri controlli su ristoranti, alberghi, Rta, altre strutture commerciali e privati. “L’amministrazione ha intrapreso un percorso coraggioso di controlli mai effettuato dal 2009 ad oggi sul conferimento delle aziende. I controlli che si svolgono con l’apertura materiale dei singoli sacchetti conferiti, le telecamere sul territorio per fermare i furbetti dell’abbandono stanno portando risultati oltre le attese. L’obiettivo è continuare il processo di abbassamento della Tari”.

No comments

*