Analisi dell’acqua in bolletta e baratto amministrativo: un passo avanti

0

PIETRASANTA – Risultati delle analisi in bolletta e baratto amministrativo. L’amministrazione comunale di Pietrasanta si impegna a fare un ulteriore passo in avanti verso la trasparenza nell’ambito del piano di gestione dell’emergenza tallio e a muovere i primi passi per arrivare alla stesura di un regolamento che introduca il baratto amministrativo, ovvero consentire a cittadini ed imprese di ripagare il comune di appartenenza dei propri debiti con lavori socialmente utili. Lo ha deciso il consiglio comunale nell’ultima sessione di lavori che si è tenuta questa mattina, sabato 21 novembre, a Palazzo Civico. Le due mozioni sono state presentate rispettivamente da Alessandro Ronchi di “Pietrasanta prima di tutto” e da Michele Lari del “Movimento 5 Stelle” dopo un lungo dibattito a colpi di emendamenti tra maggioranza e minoranza che ha però prodotto, alla fine, un risultato importante nell’interesse della comunità. Oltre alle attuali informazioni che i cittadini ricevono in bolletta, l’amministrazione comunale chiederà a Gaia Spa, attuale gestore del sistema idrico, di implementare le informazioni introducendo altri dati come la presenza di tallio ed altri componenti nocivi per la salute che vanno così ad affiancare le informazioni già presenti sul sito del comune, dove sono disponibili anche le cartografie. Era stata l’amministrazione comunale, in seguito all’emergenza tallio, a pretendere che Gaia Spa fornisse i risultati delle analisi per renderli fruibili ai cittadini. Il primo step è ora quello di garantire, primariamente e velocemente, la fruizione di queste informazioni direttamente nella bolletta ogni trimestre.

E’ un percorso che l’amministrazione comunale sta già sperimentando da alcuni mesi con l’introduzione delle borse lavoro, ma l’impegno di maggioranza e minoranza è ora quello di aprire una successiva fase, definendo criteri e modalità che tengano conto degli aspetti anche economici di un ente pubblico, per introdurre in futuro la possibilità del baratto amministrativo per cittadini ed imprese. Via libera anche alla rinegoziazione dei prestiti concessi ai comuni dalla Cassa Depositi e Prestiti Società per Azioni. L’amministrazione comunale, così come fanno imprese e famiglie, spalmerà il pagamento dei mutui su più anni (fino al 2040), liberando così risorse per gli investimenti sul territorio e mettendo finalmente in sicurezza i conti. Da segnalare il minuto di silenzio con cui il consiglio comunale, in apertura di seduta, ha testimoniato la propria vicinanza alle vittime del terrorismo.

 

No comments

*