Ancora controlli a Forte dei Marmi: 10 denunciati

0

FORTE DEI MARMI – Non si fermano le attività investigative condotte dai Carabinieri della Stazione di Forte dei Marmi.

Proprio a conclusione di una serie di mirate indagini scaturite dalle denunce presentate presso la locale caserma dell’Arma da vari cittadini, i Carabinieri hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un totale di 10 individui, di cui 4 Italiani e 6 cittadini stranieri.
In particolare una prima indagine è stata avviata a seguito della denuncia presentata da una cittadina straniera che avrebbe voluto trascorrere la scorsa estate a Forte dei Marmi e che per questo aveva deciso di affittare un’abitazione aderendo ad un annuncio pubblicato tramite un noto sito specializzato da 2 presunti agenti immobiliari e dalla proprietaria. Al fine di concludere la stipula del contratto di locazione la malcapitata versava un acconto eseguendo un bonifico bancario di oltre 600 euro ma nel mese di agosto dello scorso anno, una volta giunta a Forte dei Marmi, constatava che all’indirizzo indicato non era presente alcuna abitazione. Avendo compreso di essere stata truffata la donna si recava presso la caserma dei Carabinieri che avviavano immediatamente tutte le verifiche necessarie giungendo nel giro di pochi mesi ad identificare gli autori della truffa tramite accertamenti bancari e tabulati telefonici. In particolare venivano individuati 2 uomini di origine campana e una donna cubana che venivano deferiti in stato di libertà poiché ritenuti responsabili del reato di truffa in concorso.
In un analogo episodio invece ad essere truffata è stata una turista francese che utilizzando un’applicazione per cellulari di un altro noto portale specializzato aveva aderito ad un annuncio. In particolare la donna versava una caparra di 500 euro per affittare un appartamento per una settimana durante lo scorso mese di luglio. Giunta però a Forte dei Marmi la malcapitata scopriva che l’alloggio non era mai stato posto in locazione e che invece era occupato dal legittimo proprietario. Alla donna non restava che rivolgersi ai militari dell’Arma che avviavano le consuete indagini che permettevano di individuare i truffatori. In questa circostanza venivano identificati 2 uomini originari della Provincia di Napoli, entrambi disoccupati e pregiudicati, che sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria con l’accusa di truffa in concorso.
Infine, a seguito di un’ulteriore indagine, i Carabinieri di Forte dei Marmi hanno deferito in stato di libertà 4 cittadini nigeriani ed una donna nata in Georgia, tutti residenti in Puglia ed incensurati, di cui uno richiedente asilo, poiché ritenuti responsabili del reato di indebito utilizzo di carte di credito.
In particolare i militari accertavano che i cittadini stranieri sin dal 2015 avevano eseguito numerose ricariche telefoniche per importi variabili tra i 25 e i 100 euro utilizzando una carta di credito intestata ad una donna residente a Milano che gli indagati erano riusciti a clonare. In totale la malcapitata si è vista indebitamente imputare spese per oltre 3000 euro.

No comments

*