Ancora divisioni nel PD. SinistraDem attacca la senatrice Granaiola

0

VIAREGGIO – Si schierano, senza se e senza ma al fianco del sindaco Leonardo Betti e attaccano, duramente, la loro compagna di partito, la senatrice Granaiola. Aria sempre tesa all’interno del Partito Democratico viareggino. A testimoniarlo l’intervento di “SinistraDem” l’area che fa capo, a livello nazionale, a Gianni Cuperlio.

“Il consuntivo 2013 – spiegano in una nota – chiude con oltre 53 milioni di disavanzo e con il ragionevole dubbio di ulteriori 6/7 milioni di debiti fuori bilancio. Un simile disastro è evidentemente generato da pluriennali condotte superficiali e inadeguate congiunte alla totale assenza di decisioni correttive. Il quadro si fa ancora più drammatico se si aggiunge che la verità sullo stato dei conti rimane ancora da acquisire in modo completo. Ci riferiamo ai conti degli organismi partecipati) con particolare attenzione ad alcune criticità come Viareggio Patrimonio, Porto Spa e Viareggio Congressi Srl, conti  che influenzeranno in modo determinante gli asset del Comune e le scelte più difficili per la Giunta Betti”.

“Riteniamo – aggiungono – che tutti questi aspetti, che onestamente avrebbero potuto mettere in difficoltà anche i più esperti amministratori,  abbiano invece fortificato l’azione del Sindaco e della Giunta attraverso l’assunzione del dato e l’impegno forte di risolvere la situazione di dissesto dell’ente assieme al  risanamento della  città, non solo a livello economico e finanziario ma anche sul piano produttivo e sociale. Il coraggio della verità e l’impegno si dovranno tradurre in azioni amministrative per la città e di sicuro si dovrà  rendere più efficiente la macchina comunale con il potenziamento del settore dei servizi finanziari e del controllo sulle società partecipate del comune. Questo impegno è contenuto  e indicato con grande determinazione anche in due distinti  documenti, peraltro molto simili, approvati dall’assemblea comunale del Partito Democratico nei mesi di luglio ed agosto”.

Proprio rispetto al Partito Democratico si è sommata, alla situazione drammatica dei conti, il comportamento di due suoi consiglieri che hanno voluto interpretare l’occasione come una questione di fiducia nei confronti della squadra di governo del sindaco Leonardo Betti.

“Le loro considerazioni – attacca SinistraDem –  hanno fatto discutere l’assemblea elettiva del Partito Democratico di Viareggio, che si è sempre dichiarata unanimemente favorevole all’approvazione del bilancio e quindi favorevole a dare fiducia a questa amministrazione comunale. In sede di consiglio comunale i dubbi di uno dei consiglieri, Zappelli, si sono trasformati in fiducia ed hanno contribuito in modo determinante all’approvazione del bilancio ma anche alla chiarezza degli intenti del Partito Democratico di Viareggio. Così non è stato per la consigliera Mei che ha lasciato l’aula al momento del voto disconoscendo gli indirizzi del PD”.

“Riteniamo che sia necessario – concludono – e urgente un chiarimento politico non solo con la consigliera Mei ma anche e soprattutto con la senatrice Granaiola di cui Mei è stretta collaboratrice e che ha giocato un ruolo pesante, forte del suo ruolo istituzionale, nei giorni e negli atti che hanno preceduto il voto. E purtroppo raramente nelle sedi e con le forme più opportune. Non è decisamente più il tempo delle visioni particolari o degli accordi che passino attraverso veti ed incarichi”.

No comments