Antenne, il Comitato Matteotti: “Ringraziamo i Consiglieri per la mozione approvata”

0

VIAREGGIO – Unanimi, dal Comitato Matteotti, hanno ritenuto opportuno indire questa mattina a Viareggio una conferenza stampa per informare sull’attuale situazione relativa agli impianti di telefonia mobile presenti sul territorio del comune di Viareggio.

“Prendiamo atto con soddisfazione  – affermano – e ringraziamo tutti i Consiglieri che nella mattina del 2 dicembre  hanno approvato unanimi la mozione di Luca Poletti Capogruppo PD. “Sottoscrizione di specifici impegni in merito alla necessità di intervenire per rimuovere le cause di inquinamento elettromagnetico nell’area della sottostazione ferroviaria di via Matteotti”. Presentata per le operazioni di voto dalla Presidente della Commissione Ambiente Gloria Puccetti, tenendo conto della delibera n.50 approvata, il 04-09-2015.
Mozione che prevede di:
1- Togliere l’antenna Vodafone dal sito sensibile di via Matteotti.
2- Rimuovere l’elettrodotto.
3- Bonificare l’area.
4- Riprendere il tavolo delle trattative per redigere il nuovo piano della telefonia mobile.

Ma vorremo anche esplicitare in tutta franchezza che la nostra è sempre stata una denuncia di pericolo, è da tempo che stiamo portando avanti, o meglio, stiamo cercando di portare avanti i vari punti del nostro programma:
– Tutela della popolazione dall’esposizione alle radiazioni elettro-magnetiche.
– La sospensione delle autorizzazioni per nuovi impianti ed implementazioni
– Mantenimento del tavolo di lavoro già istituito con la precedente Amministrazione e prosecuzione
dei lavori; un tavolo di lavoro finalizzato alla revisione del Piano della Telefonia Mobile e del
relativo Regolamento, con criteri più cautelativi ispirati ai Principi di Prevenzione e di Precauzione
e Minimizzazione dell’Esposizione.
– Contribuire al controllo della regolarità delle procedure autorizzati-ve degli impianti e/o loro
modifiche.
– La rimozione dell’impianto di Telefonia Mobile Vodafone del Sito “Sottostazione Elettrica FSI” di
Via Matteotti, dell’elettrodotto e della centrale elettrica ivi immediatamente adiacenti.

Ma ci preme denunciare come sia indispensabile agire rapidamente per evitare di trovarsi di fronte a fatti compiuti e a situazioni che andrebbero a creare disagi e problemi come avvenuto per il sito di Via Matteotti.
Perché adesso?
Per le seguenti ragioni:
1) Rispettare in tutti i punti la mozione Consigliare che si è espressa all’unanimità riguardante problematiche da elettrosmog sul nostro territorio. Riteniamo che ci sia la necessità impellente, di attivare subito il tavolo tecnico di lavoro, tenendo conto della scadenza al 31 gennaio 2016, in merito alle richieste avanzate con i piani di sviluppo dei gestori di telefonia, presentati il 31 ottobre 2015.
2) Sin dal 3/8/2015, giorno del primo incontro ufficiale con As/re Pesci, abbiamo chiesto che ci venisse consegnata una planimetria dimostrante la situazione attuale degli impianti con il dettaglio relativo ai Siti, i Gestori, i Sistemi di trasmissione e le specifiche radioelettriche, che ci permettesse di fare una verifica con la situazione in nostro possesso. Ma nonostante le ripetute richieste protocollate non abbiamo ancora avuto ciò che chiedevamo se non una copia della suddetta documentazione obsoleta e identica a quella già consegnataci in passato. Recentemente in data 19-11-2015 con V.S. protocollo n. 69988, abbiamo fatto un ulteriore sollecito per richiedere la consegna dei suddetti documenti. Richiesta che ad oggi risulta disattesa. Stiamo perciò verificando la possibilità di compiere azioni di protesta per sbloccare la situazione.
Non abbiamo ancora capito se vi sia una volontà di non fornirci questa documentazione o se vi sia una incapacità oggettiva a reperire la documentazione. Quest’ultima ipotesi sarebbe un fatto ancor più grave perché la non conoscenza da parte del Comune della aggiornata situazione oggettiva degli impianti costituirebbe una basilare mancanza dei criteri su cui si deve basare la decisione relativa alla concessione o al rifiuto di nuove installazioni o implementazioni.

3) Inoltre, visto che il nostro Comune è in dissesto, possiamo e dobbiamo parlare anche di soldi:
In tal senso, il Comune insiste nel dire che non ha soldi per dedicare alle questioni riguardanti Il Nuovo Piano della Telefonia e il Relativo regolamento.
Noi diciamo invece che dai Gestori sono entrati in tutto questo tempo molti soldi e ora, pertanto, li deve trovare per ragioni che riguardano la salute dei cittadini.

4) Non c’è stata ancora consegnata la verbalizzazione, promessaci dell’Assessore Pesci, della riunione voluta dallo stesso Assessore assieme ad un tecnico comunale, con i Comitati e la Commissione, il 23 ottobre”.

No comments

*