Antenne selvagge, Lazzerini: “La nuova amministrazione dovrà farsi carico del nuovo piano regolatore”

0

VIAREGGIO – “E’ evidente un fortissimo aumento di casi di “elettrosensibilità” che può ingenerarsi anche ad esposizioni di limitata intensità, la cui sintomalogia può pregiudicare seriamente la vita familiare e sociale e della salute dell’individuo. A seguito delle recenti acquisizioni scientifiche è stato urgente procedere ad una profonda e globale revisione delle normative nazionali allo scopo di definire specifiche competenze degli EE.LL. in materia di disciplina urbanistica delle infrastrutture di comunicazione, così da annullare il fenomeno della “antenna selvaggia”, e rendere più trasparente il percorso delle varie autorizzazioni”.

La nota stampa è di Isaliana Lazzerini, che aggiunge: ” Per quanto sopra detto è importante che sia stato promosso dal Senato il piano regolatore contro le antenne selvagge di telefonia mobile così da arginare l’inquinamento elettromagnetico e di conseguenza per tutelare al meglio lo stato di salute dei cittadini. Tale nuovo provvedimento prevede uno schema territoriale delle antenne telefoniche, la loro dislocazione sul territorio al fine di misurare i campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, un registro pubblico delle medesime e un Osservatorio di Settore sull’Inquinamento Elettromagnetico. Tali importanti risultati contenuti nella delibera avente per oggetto “il piano regolatore contro le antenne selvagge” dovrà essere recepito dalla nostra prossima amministrazione che individuerà dove sarà fatto divieto di istallare nuovi impianti e per tutti gli impianti già istallati verrà stabilita la loro dislocazione in rispetto della recente normativa. Nell’occasione voglio ringraziare Marcello Ricci che si è sempre impegnato a informare singoli cittadini, partiti e comitati per la salvaguardia della salute e per una urgente riforma delle normative nazionali e regionali al fine di riconoscere la elettrosensibilità come condizione degna di tutela sanitaria e giuridica”.

No comments

*