Aperto il portellone della sala macchine: i pescatori non sarebbero dentro, si cerca ancora

0

VIAREGGIO – Si sono immersi di nuovo i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Livorno e Grosseto arrivati questa mattina a Viareggio per ispezionare nuovamente il peschereccio affondato alla ricerca dei due cugini, Nelo e Fabrizio Simonetti, dispersi ormai da due giorni ( LEGGI ANCHE: Peschereccio inabissato, riprese all’alba le ricerche dei due dispersi ), aprendo il portellone della sala macchine, unica zona rimasta da controllare, ma non riuscendo ad entrare. Da una sommaria “visione” della cabina, resa difficoltosa dall’oscurità del fondale, a una profondità di 18 metri, dove la barca si è adagiata dopo essere naufragata, i due pescatori non sarebbero all’interno. I sub si dovranno immergere nuovamente, muniti di telecamere, e controllare sia il sotto del peschereccio, per escludere che i corpi non siano rimasti schiacciati, sia le reti da pesca, rimaste aggrovigliate.

No comments

*