Apre una sede del Mis, Pietrasanta militarizzata e chiusa al traffico

0

PIETRASANTA – “Una città chiusa al traffico e disagi per gli abitanti, denaro pubblico per pagare decine e decine di uomini delle forze dell’ordine in assetto antisommossa e tutto per difendere la sede di un gruppuscolo di nostalgici, razzisti che hanno avuto in passato anche dirigenti indagati per stragismo e terrorismo”. A scriverlo, sul loro sito Dada Viruz Project, sono gli anticapitalisti: ” Ieri – aggiungono –  a Pietrasanta apriva la sede del MIS, uno dei tanti gruppuscoli della galassia neofascista ma nessuno se ne deve essere reso conto perché erano poche decine e ben lontani dagli occhi della gente che non capiva quell’assurdo schieramento di forze di polizia. Alcuni compagni antifascisti hanno presidiato a distanza per accertarsi che non facessero provocazioni. Solo un momento di tensione quando un dirigente missino avvicinatosi a dei compagni nei pressi del PCA gli ha detto: “se state buoni dopo vi diamo la dose” Nei giorni scorsi qualcuno aveva lasciato davanti alla sede di via Oberdan un WC una goliardia che ci fa capire come a Pietrasanta i figliocci di Pino Rauti non siano graditi”.

“Povera Pietrasanta – commenta una cittadina su Facebook -: “Prima l’acqua, poi nel pieno centro qualcosa di paradossale.. rientro a casa alle 19 e vedo uno spiegamento di forze da film di Schwarzenegger con blocco di via Oberdan (uno degli accessi principali al centro storico) camionetta antisommossa della Polizia con almeno una decina di poliziotti e altrettanti vigili.. mi preoccupo e chiedo al vigile cosa fosse successo? Mi risponde che sulla strada poche centinaia di metri più in direzione Duomo stavano inaugurando la sede di un partito di “estrema destra” e la Questura aveva previsto tutto quell’ambaradan per precauzione.. risultato 20 persone delle forze dell’ordine pagate per niente, il centro quasi chiuso che sicuramente ha portato altro danno ai commercianti già martoriati da crisi e acqua sporca e una sonora risata dei molti passanti quando si rendevano conto che la sede del partito di estrema destra era una stanzina di 30 mq. con davanti alcuni militanti che bevevano un Crodino.. poi mi chiedo ma se questi erano così pericolosi perchè fargli aprire una sede in centro?! E premetto che politicamente non sostengo quell’ideologia ma trovo che ognuno abbia libertà di pensiero finchè non lede i diritti e la libertà degli altri.. povera Pietrasanta povera Italia”.

No comments

*