Arma in azione, ancora una notte di controlli

0

VERSILIA – Nella serata di ieri nei Comuni della Versilia è stato condotto un servizio di controllo straordinario del territorio che ha visto coinvolte diverse pattuglie dei Comandi Stazione della Compagnia di Viareggio, il Nucleo Operativo e Radiomobile e due unità del nucleo cinofili di Pisa specializzate nella ricerca di sostanze stupefacenti.

L’obiettivo del dispositivo è stato quello di effettuare controlli amministrativi presso  alcuni esercizi commerciali, identificando i relativi avventori, controllare la circolazione stradale attraverso diversi posti di controllo nonché prevenire e reprimere il perpetrarsi di episodi criminosi quali scippi, furti e spaccio di stupefacenti.

Nell’occasione il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Lucca ha effettuato dei controlli presso alcuni  cantieri edili riscontrando in 2 circostanze delle violazioni alle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. In particolare in un caso i ponteggi non erano stati ancorati all’immobile mentre nell’altro il ponteggio era stato assemblato senza rispettare le previste prescrizioni di sicurezza.
Nel complesso sono state controllate 54 autovetture e 86 persone di cui 23 extracomunitari e 20 pregiudicate.
Nel corso dei controlli sono state elevate 5 contravvenzioni poiché è stata rilevata la mancanza di copertura assicurativa e la scadenza della revisione. 2 auto sono state poste sotto sequestro.
Inoltre 3 soggetti sono stati trovati in possesso di 2 grammi di marijuana. Lo stupefacente è stato scovato da uno dei cani nonostante fosse stato abilmente nascosto all’interno di uno dei sedili dell’auto su cui viaggiavano i ragazzi. I 3 come previsto sono stati segnalati alla Prefettura di Lucca.
Infine un soggetto, a seguito della richiesta di aiuto da parte di una donna, è stato deferito in stato di libertà alla compete Autorità Giudiziaria poiché ritenuto responsabile di lesioni personali avendo schiaffeggiato per futili motivi la propria convivente. La donna, che riportava lievi lesioni, veniva condotta dai militari presso una struttura protetta mentre nei confronti del denunciato è stata richiesta l’emissione di un’idonea misura cautelare

( foto di Iacopo Giannini )

No comments

*