Ascom: “Di nuovo rimandato dal Comune l’incontro sulla filiera corta”

0

VIAREGGIO – “Per la seconda volta consecutiva, appena prima dell’incontro fissato da tempo, l’attuale vicesindaco fa telefonare dalla sua segretaria per annullare la riunione, così non sarà possibile affrontare uno dei tanti problemi del commercio di Viareggio”. Il tema è quello del mercatino di filiera corta, che va in scena tutti i martedì in via Fratti: da maggio scorso i commercianti della città attendono una risposta, in primo luogo dal Comune, sul regolamento della manifestazione (che manca), sulle verifiche dei prodotti offerti al pubblico (che devono essere davvero a “Km zero”) e sulla localizzazione dell’evento, che deve coinvolgere – a rotazione – anche altre zone di Viareggio, e Ascom Viareggio, nel ribadire l’importanza della filiera corta e dei principi di effettiva tutela delle produzioni locali, ritiene che questo atteggiamento dell’amministrazione comunale non sia accettabile.

“Al danno delle stangate fiscali che ci attendono, figlie di una politica economica sbagliata a tutti i livelli – spiega in una nota Ascom – si aggiunge così la beffa dei continui rinvii e tentennamenti: le aziende affogano e attendono da mesi una risposta, ma pare che in Comune si pensi piuttosto ai continui valzer di incarichi. Non è così che si amministrano le sorti della città: il commercio è allo stremo e ogni giorno piove qualche “tegola”, come la chiusura del passaggio a livello in Via dei Comparini, o “provvedimenti-zuccherino” come quello che limita le rate dei canoni di concessione a 72 (anziché 120, come richiesto), rendendo oltre a tutto obbligatoria una fideiussione che nessuno più rilascia. Quale è la strategia di questa amministrazione, che pur sapendo quante attività chiuderanno nei prossimi mesi, non è capace di dare risposte adeguate alle aziende?”.

No comments

*