Assalto al bancomat delle Poste, divelto con un carro attrezzi e abbandonato nei campi

0

QUIESA – Assalto al bancomat dell’ufficio postale di Quiesa questa notte alle 2. I malviventi, utilizzando un carro attrezzi, lo hanno divelto e poi portato via. Allarme immediato al 113, e dal Commissariato di Polizia di Viareggio sono parite a sirene spiegate e lampeggianti accesi le volanti che si sono fiondate nella zona, mettendo in fuga i banditi. L’apparecchio è stato ritrovato poco dopo abbandonato nelle campagne della zona di Massaciuccoli.

L’operazione d polizia scatta poco dopo le 2 di questa notte quando sulla linea 113 viene segnalato un furto presso l’ufficio postale a Quiesa, frazione del Comune di Massarosa.  I malfattori, mediante l’uso di un grosso carro attrezzi, dopo aver agganciato il distributore di banconote, hanno sradicato dalla sua postazione l’intera cassaforte “postamat” e si sono dati alla fuga. Le chiamate dei cittadini al 113, che a Quiesa fa capo al Commissariato di Polizia di Viareggio, permettono di attivare immediatamente il piano di controllo del territorio, rivisto ed ottimizzato di recente, specificamente finalizzato ad affrontare con sempre maggior efficacia e tempestività eventi criminali di questo tipo. Vengono in tal modo interessate le volanti sul territorio, le vicine Questure di Lucca e di Pisa, la Polizia Stradale di Lucca e la sala operativa dell’Arma dei Carabinieri di Viareggio. Il rapidissimo intervento sul posto delle Volanti del Commissariato di Viareggio e la chiusura delle ulteriori vie di fuga da parte di altre pattuglie hanno costretto i malviventi a desistere dalla loro azione e a fuggire nelle campagne, quando avevano già caricato la cassaforte sul carro attrezzi e si accingevano probabilmente ad aprirla in una strada secondaria nei pressi di Massaciuccoli. La precipitosa fuga a cui sono stati obbligati ha costretto i criminali a lasciare numerose tracce, che sono ora al vaglio degli investigatori e che potranno essere utili per giungere all’identificazione dei responsabili dell’atto criminoso.

bancomat poste quiesaQuesta mattina, sotto la luce del sole, gli uomini della Scientifica hanno provveduto a effettuare i rilievi.

 

No comments

*