Assolto: l’uomo, un viareggino, era stato accusato di una violenta rapina

0

VIAREGGIO – Fine di un incubo per un operaio quarantenne di Viareggio,  Roberto Riviera. La Corte di appello di Firenze,  prima SezionePenale – Presidente dottor Giardina,  Giudice relatore Dottor Ferrante e  Giudice a latere Dr. Franciolini – lo ha assolto per non aver commesso il fatto da tutti i reati ascrittigli.

Nel febbraio 2011 il Tribunale di Arezzo lo aveva condannato alla pena di 7 anni di reclusione e al pagamento di 3.000 euro di multa per i reati di rapina pluriaggravata e lesioni volontarie aggravate. I fatti avvennero a Castiglion Fiorentino dove due anziani fratelli notte tempo, presso la loro residenza, vennero sequestrati, violentemente picchiati e rapinati di una somma ingente da loro detenuta, circa 200 milioni di vecchie lire.

La Corte di appello di Firenza ha aderito alla strenue difesa da parte del’ avvocato Umberto Prisco che ha sostenuto la difesa dell’imputato contestando i fatti anche sotto un profilo giuridico. Dopo tre ore di Camera di Consiglio il verdetto: Riviera Roberto é assolto per non aver commesso il fatto. “Per l’imputato e per la sua famiglia – questo il commento dell’avvocato Prisco . é la fine di un incubo, per le parti lese costituitesi in giudizio la consapevolezza che gli autori dei gravi reati in loro danno non sono stati individuati”.

I motivi di appello proposti dal difensore viareggino  sono stati accolti anche dal Procuratore Generale, infatti la dottoressa Singlitico ha chiesto parimenti l’assoluzione. Riviera Roberto si é dichiarato soddisfatto dell’esito del processo riservando la richiesta di risarcimento danno per l’ingiusta carcerazione patita.

No comments

*