Autismo, Seravezza e Pietrasanta si tingono di blu

0

VERSILIA- Il Comune di Seravezza testimonia la propria adesione alla Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo (domenica 2 aprile) illuminando di blu il Ponte del Pretale e il Monumento ai Caduti di piazza Carducci e disseminando l’area medicea di palloncini. L’Amministrazione Comunale accoglie e sostiene anche la bella iniziativa dei cittadini di Riomagno che da alcuni anni, con grande sensibilità, illuminano interamente di blu l’antico borgo. Un’occasione davvero suggestiva e speciale per visitare il paese e dedicare qualche momento di riflessione ad una tematica così sentita.

Oltre 200 bambini hanno stampato le loro manine, dipinte di blu, su tele bianche e magliette. Una grande macchia di colore in mezzo al giardino della scuola “Bibolotti” di Tonfano per anticipare il Blue Day, la  giornata mondiale dell’autismo che, istituita nel 2007 dalle Nazioni unite, cade il 2 aprile. Un evento straordinario e commovente quello organizzato dall’associazione Semplicemente Genitori in collaborazione con il Comune di Pietrasanta. Palazzo civico, nella serata di domenica, sarà illuminato di blu proprio per aderire alla campagna internazionale di sensibilizzazione sull’autismo. Al flash mob, sostenuto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Mallegni, hanno partecipato l’assessore al Sociale, Lora Santini e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Simone Tartarini. “Un modo per richiamare l’attenzione su un tema difficile e delicato, che purtroppo coinvolge tante famiglie – ha detto Tartartini – E’ importante non lasciare soli i ragazzi e i genitori che devono affrontare le difficoltà legate a questa patologia. La scuola ha un ruolo fondamentale, ha l’obbligo di far sentire accolti anche i bambini affetti da autismo”. I monumenti delle città di tutto il mondo il 2 aprile si accenderanno di blu. Anche a Pietrasanta l’invito è rivolto a privati ed esercenti perché, con luci o palloncini monocolore, diano la loro adesione al Blue Day. “C’è bisogno di fare più informazione – spiega l’assessore Santini – Per abbattere il muro dell’indifferenza serve rafforzare il comune senso di solidarietà. I ragazzi con disturbi autistici e le loro famiglie non devono sentirsi isolati. Le istituzioni hanno il dovere di fare la loro parte per aumentare la consapevolezza collettiva su un problema che, più o meno da vicino, può toccare ognuno di noi”.

No comments

*

Anziani, riapre il centro diurno

MASSAROSA – L’11 gennaio riaprirà le sue porte il Centro Diurno “Don Amedeo Chicca”, che nei primi giorni dell’anno si è dato una nuova immagine, ...