Auto sospetta vicino al cimitero, inseguiti e presi: avevano trafugato 100 chili di rame

0

MASSAROSA – La scorsa notte i Carabinieri del Comando Stazione di Massarosa hanno arrestato in flagranza di reato un 34enne viareggino e 33enne di Massarosa, poiché ritenuti responsabili di furto di rame e possesso di oggetti atti allo scasso.
In particolare i Carabinieri impegnati in un servizio perlustrativo, allertati dalla Centrale Operativa, sono intervenuti nei pressi del cimitero di Corsanico poiché era stata segnalata una macchina sospetta. I Carabinieri si sono così messi alla ricerca della vettura ed una volta intercettata iniziavano un inseguimento che durava una ventina di minuti. Nonostante la forte velocità e le pericolose manovre i fuggitivi venivano bloccati a poca distanza dal centro di Massarosa. A bordo dell’autovettura venivano quindi rinvenuti ben 100 kg di discendenti in rame che veniva accertato essere stati asportati dal cimitero di Corsanico e da una scuola elementare di Pedona, nel Comune di Camaiore. I due venivano quindi condotti presso la Stazione Carabinieri di Massarosa ove veniva altresì accertato che il conducente era sprovvisto di patente di guida mentre il secondo era sottoposto all’obbligo di firma e di permanenza durante la notte nella propria abitazione. In attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Lucca gli arrestati venivano ristretti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Viareggio. I legali dei due arrestati, durante l’udienza di convalida, hanno chiesto i termini a difesa e ne è stata quindi disposta la traduzione presso la casa circondariale di Lucca in attesa della celebrazione della prossima udienza.

No comments

*