Autorità Portuale, è Balducci il presidente della commissione consultiva

0

VIAREGGIO – Si è riunita per la terza volta la Commissione consultiva dell’Autorità Portuale di Viareggio. All’ordine del giorno, la nomina del presidente. A fine lavori è stato nominato Giuseppe Balducci, già indicato come membro della Commissione dall’Associazione Industriali di Lucca e candidato dai quattro rappresentanti dei datori di lavoro presenti in Commissione, ai quali presto si aggiungerà un’altro rappresentante del comparto pesca. Quattro i voti a favore, un astenuto ed un contrario (2 gli assenti giustificati).

Lamberto Pocai in qualità di segretario generale della Fiom provinciale di Lucca, sottolinea che pur non rilevando problemi sulla regolarità della votazione – salvo il fatto di non aver preso in considerazione le deleghe assegnate dagli assenti – solleva dubbi e critiche per l’assenza di una discussione sui criteri e sui principi, nonché sulla necessità di discutere l’adozione di un regolamento interno prima di andare a proporre candidati alla presidenza.

Con la nomina a presidente di Balducci la componente datoriale ha la supremazia totale. Oltre che segnalare limiti sulla rappresentatività collettiva, poichè pur essendo stato indicato da un’associazione Balducci resta pur sempre un imprenditore e il possibile conflitto d’interessi si contrappone all’indubbio contributo che potrà dare, la componente datoriale si prende così la presidenza della Commissione consultiva e piazza un suo importante rappresentante all’interno del Comitato Portuale (luogo dove si fanno le scelte e si assumono le decisioni) con delega permanente da parte della Camera di Commercio.

A questo punto è indispensabile il ruolo superpartes della componente politica all’interno dello stesso Comitato, ma è indubbio che la sola presenza della parte datoriale costituisce un serio problema, anche di democrazia, perché ai rappresentanti dei lavoratori la stessa rappresentanza all’interno del Comitato Portuale non è permessa.

 

No comments

*