Avvelenato con lumachite, Tekila è morto dopo ore di atroci sofferenze

0

FORTE DEI MARMI – Morto avvelenato, per mano umana.

Lui, Tekila, era in giardino,  a Vaiana,  frazione di Forte dei Marmi.

Da quanto emerso il piccolo peloso nero di 7 anni è deceduto dopo ore di atroci sofferenze, e attacchi di convulsioni, per aver mangiato lumachite, un veleno potente, probabilmente nascosto in polpette.

Torna in azione il killer dei cani e la paura tra i proprietari dei 4 zampe.

Anni addietro, sempre a Forte dei Marmi, fu strage di gatti per le polpette avvelenate lasciate sui marciapiedi di Vittoria Apuana. Il veleno è generalmente usato contro le lumache e provoca una lenta agonia, prima della morte.

 

No comments

*