Baldini: “Aderiamo anche noi alla fiaccolata, il tema sicureza e legalità ci è caro”

0

VIEREGGIO – Il Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, come già comunicato in precedenza al Segretario della CGIL Massimiliano Bindocci, aderisce con convinzione alla fiaccolata per la legalità di venerdì 14 novembre e sarà presente con numerosi rappresentanti nel corso dell’iniziativa fissata per le ore 21.
“Il tema della legalità e della sicurezza – precisa Massimiliano Baldini – è sempre stato e rimarrà un punto di riferimento centrale del nostro impegno civile e politico ma, ovviamente, in un momento difficile come l’attuale, anche quello della coesione sociale e del sostegno ai cittadini, alle famiglie ed alle imprese non può che trovarci nuovamente d’accordo e spronarci alla massima attenzione. Pur rappresentando una lista civica e consapevoli della diffusa disaffezione dei viareggini e dei torrelaghesi verso la politica che, a seguito della pronuncia dello stato di dissesto del Comune, è indicata – “senza se e senza ma”, senza grandi distinzioni malgrado ve ne siano certamente – come la prima responsabile del degrado della città, sollecitiamo proprio tutti i rappresentanti delle forze politiche ad unirsi in questa importante iniziativa voluta dal mondo del sindacato, del volontariato e delle categorie. La politica ha grandi responsabilità e noi, che non siamo un partito e che mai abbiamo avuto responsabilità di governo diretto, vogliamo che siano accertate quanto prima e resi noti “nomi e cognomi” di chi ha sbagliato nel gestire la cosa pubblica in questi vent’anni, ma, non per questo, perdiamo la consapevolezza e la convinzione del ruolo costituzionale e reale che la politica ed i partiti hanno e devono garantire nella nostra società. I cittadini “frustino” la politica, “frustino” i partiti incapaci, troppo spesso, di produrre e preparare classe dirigente all’altezza dei ruoli istituzionali poi ricoperti ma non si rifugino nel qualunquismo, nel pessimismo, “nel tanto peggio, tanto meglio”, nel “non vado a votare, tanto sono tutti uguali”.
Sarebbe un errore grave, gravissimo ! I cittadini, le associazioni, i sindacati, le categorie, devono scegliere di partecipare, devono farsi attori di questo momento drammatico e spronare con i loro comportamenti e con le loro iniziative la politica ad essere buona politica e non cattiva politica !   Per uscire dalla gravissima crisi in cui ci troviamo c’è bisogno di legalità, di rispetto della legge, di certezza della punibilità di chi è responsabile, di senso di responsabilità, di capacità di mediazione e di coesione sociale fra tutti, cittadini, famiglie, imprese, associazioni, sindacati, movimenti, partiti. Si faccia tesoro della storia, del passato, la “protesta di pancia”, “l’uomo qualunque”, talvolta ha saputo convogliare il malcontento ma ben difficilmente, dopo, è stato in grado di trasformare la reazione in proposte concrete e utilmente realizzate. Anzi, talvolta, finendo per essere solo mero focolaio di parentesi pericolose e di personalismi fini a se stessi. L’importante iniziativa di venerdì ci unisca tutti, tutti davvero, senza divisioni, ruggini o particolarismi,  per farci riflettere e guardare avanti nell’interesse della città”.

No comments

*