Baldini: “Il sindaco la smetta di fare melina”

0

VIAREGGIO  – E’ trascorsa ormai una settimana dalle dimissioni del Sindaco Leonardo Betti e, nonostante la crisi amministrativa, politica ed istituzionale della Giunta Comunale e della sua maggioranza stia affossando ogni giorno di più la città, ormai alle prese con le conseguenze della pronuncia di dissesto e con un “massacro mediatico” senza precedenti, nulla si muove.

Massimiliano Baldini torna all’attacco, e afferma: “Nessuna decisione viene assunta, nessun progetto presentato, nulla di nulla, anzi si persevera nello “statu quo ante” con i medesimi assessori tutti in carica come prima !
Per questi motivi, in attesa di conoscere le determinazioni che il primo cittadino ha annunciato di voler assumere in Consiglio Comunale prima delle sue dimissioni, onde evitare “furbe meline perchè nulla cambi” e/o eventuali strumentali eccezioni di sorta dell’ultim’ora, ho provveduto a riproporre e depositare nuovamente presso la Segreteria del Consiglio Comunale la mozione di sfiducia al Vice-Sindaco Romanini, già presentata il 30 agosto scorso, sottoscritta dalle forze di minoranza e mai discussa perchè il Consiglio Comunale del 10 settembre andò deserto e quello del 2 ottobre sul dissesto non prevedeva le mozioni. La mozione, identica nei contenuti formali ed istituzionali a quella precedente ma politicamente aggravata dai pasticci amministrativi di questi giorni in Passeggiata, è riproposta sempre con gli estremi di urgenza ex art. 27 del Regolamento e dovrà essere discussa non oltre entro venti giorni dalla sua protocollazione che avverrà entro e non oltre domani alle ore 12.
Ammesso che il Sindaco trovi una maggioranza che lo sostiene (ad oggi mi pare che la maggioranza dei Consiglieri Comunali, non vedendo alcuna proposta e non credendo più in ricette “magiche” del Sindaco, si siano determinati a protocollare le dimissioni a breve), non siamo disponibili in alcun modo a permettere che il vulnus istituzionale creato dal Vice-Sindaco Romanini quando era Presidente del Consiglio – simbolo del degrado istituzionale in cui versano gli organi amministrativi cittadini – possa rimanere impunito ridicolizzando ancora di più la classe politica viareggina che siede in Consiglio, già mediaticamente ed ingiustamente fatta a pezzi da tutti, a livello locale e nazionale, senza le dovute distinzioni di sorta”.

No comments

*

Operazione Silenzio, droga a fiumi

LIVORNO – Lo scorso 17 gennaio il Tribunale di Livorno, a seguito del processo con rito abbreviato, su richiesta del P.M. emetteva svariate condanne. Trattasi ...