Baldini: “La Giunta Betti come Oscar Wilde”

0

VIAREGGIO – “A quanto pare l’Amministrazione Betti ha sposato la linea di Oscar Wilde – “non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli” – e quindi pubblicità a go-go”.

Anche Massimiliano Baldini, consigliere del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago, scende in campo sul “caso” Arpat e conseguente ordinanza di divieto di balneazione a firma di Leonardo Betti.

“Non bastava la Corte dei Conti – scrive in una nota Baldini – che ha contestato le gravi inadempienze di bilancio, il Mef con una relazione ispettiva da brividi e la Prefettura che, stante il ritardo, ha intimato di approvare il bilancio entro il 18 agosto pena l’invio del Commissario e lo scioglimento del Consiglio Comunale, questa è roba da cronache locali, massimo regionali, mica di portata nazionale ! E allora via con una tre giorni all’insegna dei fuochi di artificio, prima il Vice-Sindaco annuncia all’Italia che cambia sesso e, subito dopo, italiani e stranieri vengono a sapere che il nostro storico litorale della Passeggiata a mare è interdetto alla balneazione ! Quanto a pubblicità un successone, Viareggio è sulla bocca di tutti ! Se poi ci si interroga sul “parlarne bene o male” poco importa, vale quanto diceva l’autore del “Ritratto di Dorian Gray” ! Purtroppo non è proprio così ed hanno ragione i rappresentanti delle categorie economiche quando affermano che l’interdizione alla balneazione è un colpo durissimo per un economia già disastrata e per una città sporca, degradata ed insicura. Del resto quanto sta accadendo non meraviglia perchè si inserisce perfettamente in quel clima di totale confusione, affanno e sfiducia nel quale si muove questa Giunta “sgangherata” ! In Comune regna la guerriglia, Sindaco, Vice-Sindaco, Assessori, Dirigenti, Consiglieri di maggioranza, siamo alla resa dei conti senza quartiere ! “Si salvi chi può” con una rincorsa continua a cercare di evitare ennesime defezioni di quei Consiglieri che non solo temono di dover pagare di tasca propria ma che hanno capito che questa squadra non ha i contenuti per far fronte al risanamento di cui la città ha bisogno. Che senso ha correre il rischio di caricarsi di responsabilità patrimoniali e giuridiche per una compagine incapace di amministrare, “schiaffeggiata” ogni giorno sulla stampa e sulle televisioni ed ingessata da un quadro di sicuro predissesto ed altamente probabile dissesto ? Il Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, riconfermata la totale sfiducia nei confronti di un classe dirigente che si ritiene totalmente incapace di amministrare, coerentemente con quanto evidenziato dalla Corte dei Conti, dal Mef e dai Revisori dei Conti del Comune, non voterà il bilancio consuntivo 2013 perchè, malgrado il lavoro del Dirigente Santoro, non vi sono i presupposti e le garanzie che quanto fatto emergere rappresenti l’intero deficit del bilancio del Comune. La galassia della partecipate rimane “il Segreto di Fatima” come hanno confermato gli stessi Revisori della Viareggio Patrimonio e nella relazione dei Revisori dei Conti del Comune vi è la conferma di tutto questo ! Il durissimo e difficilissimo risanamento dei conti pubblici della città non può essere gestito da questa Giunta allo sbando”.

No comments

*