Baldini: “Viareggio, una città da ricostruire con la buona politica”

0

VIAREGGIO – La città si risveglia, all’indomani della fine della Giunta Betti, nuovamente consegnata e per la seconda volta in due anni ad un Commissario.

“Non meraviglia quindi che i cittadini siano molto arrabbiati e sfiduciati nei confronti della classe politica, tutta, nessuno escluso – commenta Massimiliano Baldini del Movimento Cittadini Viareggio e Torre del Lago -: “Come potergli dare torto ai viareggini ed ai torrelaghesi ?  Come non sentirsi (anche chi ha fatto opposizione a Marcucci-Lunardini-Betti) sulle proprie “terga” quel calcio nel sedere che qualcuno, anzi in molti, hanno promesso a tutti coloro che in questi vent’anni hanno fatto la politica in città ? Ci mancherebbe altro, è un sentimento più che comprensibile e, da cittadini che dovranno pagare più tasse e ricevere meno servizi come gli altri, lo avvertiamo anche noi, nè più nè meno ! Però, diradate le nebbie della rabbia e della “protesta di pancia”, c’è un però che merita una riflessione più attenta, più approfondita. Il sottoscritto è fra coloro che, malgrado la situazione drammatica di Viareggio e i tantissimi errori compiuti da chi ha governato la città, continua a ritenere che la politica debbe avere un ruolo e che, semmai, il distinguo vada fatto fra cattiva politica (tanta) e buona politica (pochissima) ! Milziade Caprili, uno fra i politici più amati e più importanti della storia della nostra città, anche lui spesso aggredito (a torto) dall’antipolitica nel corso degli ultimi anni della sua vita, in Consiglio Comunale soleva dire “la politica è come fare il pane, c’è chi lo fa bene e chi lo fa male” !
Anche perchè, se ci si riflette con attenzione, ogni impegno civico è politica e quindi tutti facciamo politica, chi in Consiglio Comunale e chi in un’associazione o in comitato o in un movimento, vecchi o nuovi che siano !
E le liste civiche si differenziano dai partiti solo per la carenza di un riferimento nazionale ideologico ma, poi, concorrono alle elezioni, hanno i loro rappresentanti eletti e fanno politica nei consessi locali più o meno come i partiti. E allora, torno a dire che, passata la rabbia, si capisce che prendersela con la politica non basta ma, al contrario, dobbiamo cercare di far sì che la buona politica (partitica o civica che sia) prevalga sulla cattiva politica e che la città possa fondare su di essa una classe dirigente migliore di quelle che hanno guidato la città negli ultimi vent’anni, magari non facendo di tutta l’erba un fascio visto che “tutti i gatti non sono bigi” !
Anzi, stimolando la partecipazione di tutti coloro che dicendo sono tutti uguali e non andando a votare finiscono per impedire la crescita di una classe politica migliore, svolgendo così, nel nome dell’antipolitica, un pessimo servizio al ricambio generazionale ed al futuro della città.  Il Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, lista civica attiva sin dal 2009, ritiene di aver svolto correttamente il proprio compito in Consiglio Comunale. E’ rimasto fedele al voto elettorale, non cambiando “casacca” come era successo ed era stato imputato alle liste civiche nel corso dell’esperienza precedente, perseguendo attentamente i principi del proprio programma elettorale. E’ stato punto di riferimento costante e riconosciuto per il proprio elettorato.
Malgrado il ruolo di opposizione, ha cercato di essere costruttivo come è dimostrato dal documento sul porto votato all’unanimità in Consiglio. Non è stato assente in alcun Consiglio Comunale, salvo che per scelta politica ed ha partecipato alla discussione di un numero notevolissimo di Commissioni, pressochè tutte quelle importanti. Ha fatto dura opposizione quando è stato necessario mettendo spesso in difficoltà la maggioranza ed il suo Sindaco sui temi che non condividevamo ed ha apposto la tredicesima ed ultima firma per lo scioglimento del Consiglio solo quando, ormai ed a detta di tutti, non vi era più nè una maggioranza che potesse sostenere Betti, nè le condizioni per un governo di “larghe intese”. Queste considerazioni a nostro parere sono oggettive ma rispetteremo il parere di chi la penserà diversamente, semmai cercando di continuare a convincerli del contrario, così come rispetteremo tutti coloro che intendessero proporsi (e già ne vedo parecchi) come nuovo punto di riferimento per le prossime elezioni cittadine malgrado l’esperienza del 2013 insegni che il frazionamento favorisce proprio i partiti. Ovviamente, logica conseguenza delle nostre considerazioni, riteniamo che l’esperienza del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini sia stata positiva e possa, anzi debba, continuare ad essere a disposizione della città. Per questo, anche in questa nuova fase di Amministrazione Straordinaria, continueremo il nostro lavoro quotidiano a sostegno dei cittadini, delle famiglie e delle imprese interfacciandoci con gli organi straordinari deputati dalla legge al governo cittadino con i medesimi intenti e le medesime finalita’ che stavano e stanno alla base del nostro programma elettorale e del nostro impegno politico e amministrativo. In quest’ottica, ci riuniremo già venerdì 24 ottobre 2014, alle ore 21,00, presso la sala multifunzionale della Circoscrizione Marco Polo in via Leonida Repaci 3 per esporre ed informare i cittadini della situazione attuale in cui versa il nostro Comune”.

Viareggini e Torrelaghesi sono tutti invitati.

No comments

*