Bertoni (M5S) : “Presidente Vannucchi tuteli il consiglio comunale”.

0

La notizia del blocco totale, da parte del ragioniere capo Santoro, del settore economato del Comune di Viareggio, dà la misura dello stato di crisi che si vive in Piazza Nieri e Paolini.
Il Responsabile del settore finanziario ha deciso, in via cautelare, di non prendere nessuna responsabilità nell’avallare qualsiasi spesa non ordinaria dell’amministrazione e l’assessore al bilancio, Lorenzo Bertoli, sembra essersi adeguato alla situazione. Così facendo, come se non fosse stata sufficiente la stentata riorganizzazione del personale e della macrostruttura, la macchina dell’ente si è definitivamente fermata ed ogni spesa, urgente o meno, anche di poche decine di euro, risulta impossibile.
Tra le spese bloccate vi sono ovviamente gli straordinari dei dipendenti comunali. Così, se da una parte gli agenti di polizia municipale non ricevono il dovuto da dicembre, dall’altra questa manovra metterà in seria difficoltà i lavori del consiglio comunale.
“Le assemblee – spiega il capogruppo del Movimento 5 stelle – per venire incontro alle esigenze lavorative dei consiglieri, si svolgono la sera in orario straordinario per i dipendenti necessari al buon procedimento dello stesso.
La soluzione secondo alcuni? Consigli comunali alla mattina, in orario di lavoro, con conseguenti disagi lavorativi per i consiglieri ed impossibilità per i cittadini di assistere ai lavori o di parteciparvi nel caso di assise aperta.
Il consiglio comunale è il parlamento della città ed anche se spesso è sminuito e marginalizzato dalla politica ha la sua dignità di organo collegiale di governo. Chi presiede lo stesso è tenuto a tutelarne la sua dignità, facendo in modo che niente osti alla libertà di assemblea dello stesso. Per questo ci appelliamo al Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Vannucchi affinché tuteli la dignità della massima assise cittadina”.
“Tutto questo – conclude il consigliere di opposizione, mentre il primo cittadino se ne va a spasso per il mondo, non si sa neanche se a spese dei contribuenti, a fare “il bene di Viareggio”, non si sa come, non si sa quando. Troppe sono le cose che non ci è dato sapere, mentre il comune di Viareggio affonda sempre più”.

No comments

*