Bilancio comunale: Seravezza chiude il conto consuntivo 2017 con un avanzo di 277 mila euro

SERAVEZZA – Robusti accantonamenti a salvaguardia degli equilibri di bilancio, buon livello di liquidità di cassa, avanzo di gestione di circa 277 mila euro da reimmettere nel circuito di spesa a sostegno di nuove progettualità. È la fotografia del conto consuntivo dell’esercizio finanziario 2017 del Comune di Seravezza approvato dal Consiglio Comunale nella seduta di ieri sera.

L’avanzo è frutto di un risultato di amministrazione che al 31 dicembre 2017 è stato pari a 3.378.824,62 euro, derivante da un complesso di operazioni di bilancio di circa 15 milioni di euro. Detratti gli accantonamenti di legge e le riserve decise dall’ente a titolo prudenziale per la salvaguardia degli equilibri di bilancio (poco più di 3 milioni di euro) la disponibilità effettiva a fine anno si attesta così a circa 277 mila euro che l’Amministrazione deciderà adesso come impiegare nel corso di quest’anno.
 
Nel quadro finanziario, da segnalare a fine 2017 la disponibilità di un fondo cassa di oltre 3,3 milioni di euro, liquidità che consente al Comune di far fronte ai propri impegni verso i fornitori mantenendo un ottimo “indicatore annuale di tempestività dei pagamenti”, addirittura migliore di quello dell’anno precedente. L’indicatore certifica che nel 2017 il Comune di Seravezza ha saldato mediamente i propri fornitori in 12,79 giorni, ben al di sotto quindi dei 30 giorni stabiliti dalla legge.
 
Il consuntivo conferma nella loro generalità quelle che erano state le indicazioni previsionali. A fine 2017 i principali debiti sostenuti nei diversi settori possono essere riassunti come segue: 1.3895.811,40 euro per i servizi sociali; 1.408.050,26 euro per trasporti e mobilità; 203.654,30 euro per la protezione civile; 768.800,48 euro per l’istruzione; 768.900 euro per la pubblica sicurezza; 3.326.906 euro per la gestione del ciclo dei rifiuti; 554.476,27 euro per l’assetto del territorio; 374.240,13 euro per il debito pubblico (quote capitale dei mutui contratti negli anni precedenti).
 
«L’avanzo finale di esercizio, seppur ridotto rispetto allo scorso anno, garantisce comunque un’importante solidità del bilancio, in forza dei notevoli accantonamenti fatti. Presto decideremo come impiegare le maggiori somme disponibili», dichiara il sindaco Riccardo Tarabella. «Nel tracciare il consuntivo di un anno di lavoro vediamo confermati gli importanti impegni di spesa destinati ai settori sociale, scuola, sicurezza e ambiente, in linea con gli impegni di mandato e con i crescenti bisogni della comunità. Prosegue anche la nostra attenzione al mondo della cultura e il sostegno alle manifestazioni sociali, ricreative e del folklore. Il territorio meriterebbe ancora di più, ne siamo consapevoli, ma certamente la limitata disponibilità di risorse – data anche dalla scelta di non aggravare la tassazione – impone di operare secondo precise priorità. Rilevo positivamente, infine, come la tenuta finanziaria dell’ente dia origine a fenomeni di efficienza e di rispetto delle buone pratiche, rappresentati ad esempio dai brevissimi tempi di pagamento con cui il Comune di Seravezza liquida i propri creditori».
 
Nella seduta di ieri sera il Consiglio Comunale ha approvato anche una variazione di circa 40 mila euro al bilancio di previsione per l’anno in corso. Si tratta di trasferimenti aggiuntivi da parte dello Stato che il Comune impiega a copertura di specifici capitoli di spesa. Tra questi: i costi sostenuti dall’ente per le recenti elezioni di rinnovo dell’Asbuc, accantonamenti nel fondo rischi e rimborsi Imu a privati cittadini e aziende.