Bindocci: “Abbiamo chiesto un incontro con il Commissario”

0

VIAREGGIO – Cgil, Cisl e Uil, hanno chiesto, tramite la Prefettura di Lucca e direttamente all’ufficio protocollo del Comune, un incontro al Commissario Prefettizio per dare un loro contributo sulle varie questioni aperte a Viareggio  e che ai sindcati sembrano davvero tante e preoccupanti.

“Peraltro – precisa il segretario della Camera del Lavoro di Viareggio, Massimiliano Bindocci –  siamo molto soddisfatti della qualità delle persone che sono state nominate a gestire questa fase delicata di Viareggio, i curricola evidenziano esperienza e competenza oltre ogni aspettativa, confidiamo di ritrovare la solita qualità nel livello del confronto che abbiamo chiesto di avviare. Innanzi tutto la nostra prima preoccupazione è che il Comune riesca  a garantire un livello di servizi importante per la cittadinanza, che dia le risposte ai bisogni sociali e socio sanitari, non penalizzando i più deboli. Inoltre sulle questioni tariffarie relativamente ai servizi a domanda individuale e tributarie (TASI e TARI), comprendiamo le prescrizioni del TUEL, crediamo comunque che ci siano possibilità di essere meno impattanti sui ceti meno abbienti, anche con il Commissario precedente riuscimmo a fare degli accordi proprio a Viareggio. La TASI tra l’altro prevede la possibilità di attuare aliquote e detrazioni a saldi invariati. C’è poi la questione delle società partecipate che sicuramente merita di essere affrontata, anche qui non si può fare di tutte le erbe un fascio, né si può cadere nei facili slogan. Crediamo che l’esigenza sia quella di razionalizzare e rendere efficienti i servizi, tagliare i costi di gestione, ma riteniamo che anziché semplificare proponendo liquidazioni o unificazioni si debba distinguere e valutare, magari facendo sistema e superando in alcuni ambiti i confini comunali come avviene già per alcuni servizi. Ovviamente per noi la salvaguardia dei livelli occupazionali è imprescindibile”.

No comments

*