Bullismo, identificata la gang: tutti minorenni

0

LUCCA – L’attenzione della Polizia di Stato verso i fenomeni di bullismo e di microcriminalità nel centro cittadino è elevata, e le risposte ai singoli episodi sono tempestive, come dimostra l’impegno profuso nei fatti accaduti nel fine settimana, riuscendo ad identificare gli autori di tre diversi episodi, per i quali i responsabili, per la maggior parte minorenni, saranno denunciati alla Autorità Giudiziaria.

La notte di sabato scorso è giunta al 113 una richiesta di intervento presso una gelateria sita in questo corso Garibaldi, dove veniva segnalato un giovane che dava in escandescenze, urlando di aver subito il furto del suo portafoglio. Immediatamente un equipaggio della Squadra Volante ha raggiunto il giovane, mentre altro personale intercettava un ragazzo di colore in fuga verso Porta S.Pietro. Il ragazzo bloccato è stato trovato in possesso del portafoglio trafugato poco prima. Il fermato è stato accompagnato in Questura ed identificato per E.O. figlio di genitori marocchini ma nato a Lucca nel 1996.

Quando alla giovane vittima è stato restituito il portafoglio ed ha appreso le generalità dell’autore del furto non ha inteso sporgere querela, asserendo che il fermato era un suo amico e che si era trattato di un malinteso poiché l’amico aveva sicuramente rinvenuto il portafoglio da lui smarrito.

Nel pomeriggio di ieri la Polizia è intervenuta in piazza Napoleone su richiesta di una minorenne, rimasta vittima del furto del suo cellulare. Gli agenti sul posto hanno sentito alcuni testimoni, fra cui un amico della vittima che ha riferito di essere stato poco prima avvicinato da un giovane straniero che gli aveva chiesto con insistenza una sigaretta. Al suo diniego, poiché non fumatore, per accertarsi della veridicità della cosa era stato palpeggiato all’altezza delle tasche. Lo stesso ragazzo successivamente si dirigeva verso la sua amica, la quale, dopo essere stata avvicinata dallo stesso, si è accorta di non avere più il suo telefonino. Appena la ragazza si è accorta del furto il ragazzo si è dato a precipitosa fuga. I poliziotti hanno acquisito utilissime informazioni che consentiranno di identificare il minorenne autore del furto.

L’attività di controllo attuata nella zona di Porta San Pietro ha consentito di identificare sette autori di una aggressione, subita da tre ventenni, nei pressi del ristorante San Colombano, sulle mura urbane.

La sera del 28 novembre tre ragazzi sono stati aggrediti da un gruppo di giovani a loro sconosciuti, dell’apparente età di 16 anni, di diverse etnie, i quali senza alcun motivo hanno dapprima spintonato i ragazzi per poi colpirli con schiaffi e pugni, tanto da costringerli a rifugiarsi in un vicino esercizio pubblico. Nella circostanza un equipaggio della Polizia, allertato da alcuni passanti, ha raggiunto le mura e dopo un inseguimento a piedi è riuscito a bloccare uno degli autori. Le successive indagini hanno consentito di identificare quattro componenti del gruppo ma sono in corso ulteriori accertamenti per dare un nome ai restanti tre.

Il gruppo, composto da adolescenti sedicenni, alcuni nati a Lucca da genitori stranieri, risponderanno di lesioni personali aggravate.

No comments

*