Buratti dice no al trasferimento a Genova della Corcordia

0

FORTE DEI MARMI – Il sindaco Umberto Buratti lancia l’allarme sui possibili rischi per il litorale della Toscana a causa del previsto trasferimento della Costa Concordia al porto di Genova. “Innanzi tutto – spiega Buratti- il maggiore problema è la possibilità di inquinamento ambientale in un periodo di alta stagione come quello di luglio, in cui è stato deciso di effettuare il trasporto del relitto. Il tratto che va dall’Isola del Giglio passa per l’Argentario, l’Isola d’Elba, la Versilia,  Lerici, per non parlare della Corsica,  in pratica, il paradiso dei cetacei.  Solitamente, le località costiere  sospendono tutti i lavori  durante la stagione balneare, proprio per evitare anche la minima alterazione ambientale. Precauzione evidentemente non avvertita da chi ha  autorizzato  questa operazione di trasporto, durante la quale, pur con le dovute rassicurazioni di condizioni meteo favorevoli, può sempre accadere l’imprevisto. E’ un rischio che, come sindaco di una località turistica lambita dal percorso stabilito per il relitto, non mi sento assolutamente di condividere e mi riservo di esternare le mie preoccupazioni non solo ai vertici  regionali ma anche al Governo di Roma. Sottoscrivo il documento elaborato dalla FIOM- FIM-UILM della provincia di Livorno,  di cui è primo firmatario il sindaco di Piombino Massimo Giuliani, che chiede espressamente di farsi promotore di una petizione volta ad ottenere il trasferimento a Piombino anziché a Genova. La Toscana, ferita già dall’incredibile tragedia del naufragio della nave non deve correre il rischio di  un possibile inquinamento, che sarebbe veramente catastrofico per l’intera costa non solo apuo versiliese”.

No comments

*