Cadavere in mare, eseguita l’autopsia: prelevato il Dna

0

VIAREGGIO – Nella tarda serata di ieri si è tenuto, presso il nosocomio Versilia, l’esame autoptico sul cadavere al momento non identificato e recuperato nei giorni scorsi dai mezzi della Guardia costiera viareggina.

L’accertamento tecnico, disposto dal sostituto procuratore dottor Aldo Ingangi, è stato condotto dal dottor D’Errico alla presenza dei militari della Capitaneria di porto di Viareggio e del reparto polizia scientifica del Commissariato di Viareggio.

Per il momento, non sono emersi particolari ulteriori elementi utili ai fini delle indagini, sia per l’identificazione del cadavere che sulle cause della morte.

Come si ricorderà il corpo dell’uomo fu trovato al largo della Lecciona ( leggi anche: Cadavere in mare a 300 metri dalla riva, mistero alla Lecciona)

Gli uomini della polizia scientifica sono tuttavia riusciti ad effettuare rilievi dattiloscopici e fotografici per i successivi accertamenti, che saranno svolti nei prossimi giorni, al fine di cercare l’identità del cadavere, al momento ancora senza nome.

È stato prelevato anche un campione di DNA per il profilo genetico della salma.

Le indagini, nel frattempo, proseguono serrate e sono state estese anche alla Sardegna e, tramite il Comando Generale della Guardia costiera, anche alle Autorità della Corsica per eventuali utili informazioni.

Chiunque avesse utili notizie da fornire alle Autorità è pregato di rivolgersi alla Guardia costiera di Viareggio.

( Foto di Iacopo Giannini )

 

No comments

Scuole, partiti i lavori di adeguamento

PIETRASANTA – Partiti i lavori di adeguamento normativo e funzionale, ristrutturazione, tinteggiature e messa in sicurezza degli edifici scolastici cittadini. Sono in corso, e proseguono ...