Cadavere in via dei Barellai

0

VIAREGGIO – Cadavere in via dei Barellai,  dietro la Passeggiata. L’uomo,  Bruno Maccioni,  un 50enne viareggino, è stato trovato dagli operai all’interno di un appartamento in ristrutturazione al civico 9 con ancora la siringa in un braccio. Immediato l’intervento di una gazzella dei Carabinieri e di una pattuglia della Polizia Municipale di Viareggio oltre al 118. Un passato di droga e una morte, con ogni probabilità, per overdose. L’uomo aveva trovato rifugio nella casa, e a quanto ricostruito, ci ha passato la notte, poi, questa mattina, il macrabo ritrovamento. Probabile un malore, fatale, durante la notte, quando ero solo.  La salma, dopo le formalità di rito, e dopo il nulla osta del magistrato di turno, è stata trasferita all’obitorio dell’Ospedale Unico “Versilia” dai servizi funebri della Croce Verde. Tanti i messaggi sul web, da parte di chi lo conosceva fin da bambino: “Se ne andato negli stessi luoghi dove tutto era cominciato. Mi vengono le lacrime. Era una persona buona e un amico”, “Io che ti ho conosciuto che ero bamboretto e stavi vicino a casa mia, posso solo dire che eri una persona gentile che non ha mai fatto del male a nessuno”, “Persona splendida sempre sorridente e disponibile”, “Riposa in pace”.

( foto di Iacopo Giannini )

 

No comments

*

Droga al volante, denunciato un insegnante

BOLOGNA – I Carabinieri della Stazione di Sala Bolognese hanno segnalato alla Prefettura un insegnante italiano di 38 anni, incensurato, per detenzione di sostanze stupefacenti. ...