Il cadavere nel canale è ancora senza nome: la verità dalle impronte digitali

0

MASSAROSA – Il cadavere ritrovato due giorni fa in un canale a Piano di Conca ( LEGGI ANCHE: Giallo a Piano di Conca, cadavere nel canale )è ancora senza nome. Dall’autopsia effettuata dal medico legale dottor Stefano Pierotti non sono emersi segni di violenza, e lesioni, per cui potrebbe trattarsi di morte naturale. Nessuna denuncia di scomparsa risulta essere stata presentata, per cui, tra le ipotesi, resta quella dell’allontanamento volontario. Per avere i risultati di alcune  ulteriori analisi più approfondite ci vorranno dei giorni. Intanto la Polizia Scientifica ha preso le impronte digitali, inviando i campioni a Firenze per compararli con quanto custodito negli archivi, e sta scandagliando il canale con i metal detector alla ricerca di un cellulare che l’uomo potrebbe aver perso in acqua. Al momento resta solo la certezza che il corpo senza vita fosse nel canale almeno dalla scorsa estate, visti l’avanzato stato di decomposizione e la saponificazione del cadavere e l’abbigliamento.

No comments

*