Cantiere Sociale: “O l’assessore Lazzerini risolve i problemi o si dimetta”.

0
Mi ha detto di rivolgermi a voi l’assessora al sociale Isaliana Lazzerini.” Con queste parole un immigrato si è messo in contatto con il presidente del Cantiere Sociale Versiliese, Alessandro Giannetti, stamane per telefono. Una telefonata curiosa quella rivolta al responsabile della struttura di via Belluomini dove hanno sede una ventina tra associazioni e gruppi viareggini. 
“Ho immediatamente spiegato – chiarisce Giannetti – alla persona in questione, che il cantiere sociale fa un intervento sociale e culturale sul quartiere ma non può in alcun modo supplire all’emergenza abitativa e non può ospitare nessuno al suo interno. Ho immediatamente girato il caso alla brigata sociale antisfratto e all’ unione inquilini che gestiscono il pronto soccorso abitativo, in un’altra parte dell’ex INAPLI, attualmente saturo”.
Ancora una volta, però, le istituzioni in questo caso quelle politiche in passato quelle abilitate alla gestione dell’ordine pubblico, confidano che a risolvere il problema sia l’associazionismo.
“Avrei preferito – aggiunge Giannetti – essere contatto personalmente dall’assessora. Ci auguriamo che finisca questa confusione in merito ai ruoli e ai compiti delle associazioni. Il cantiere sociale è un soggetto distinto dalla brigata sociale antisfratto e dall’unione inquilini. E’ mai possibile che la signora Lazzerini ancora non l’abbia compreso? Chi confonde associazioni vuol dire che non è all’altezza dell’incarico che ricopre perciò auspico che lo comprenda e decida di dimettersi”.

 

No comments

*