Carenze apparati radio e antincendio, fermato in Porto yacht di bandiera maltese

0

VIAREGGIO – Nell’ambito delle proprie competenze in materia di sicurezza della navigazione, la Guardia Costiera di Viareggio, oltre ai consueti controlli sul naviglio battente bandiera nazionale (Flag State), ha effettuato nei giorni scorsi una complessa attività ispettiva su uno yacht commerciale di bandiera maltese di 45 metri e circa 400 tonnellate di stazza, approdato nel porto di Viareggio.

L’attività PSC (Port State Control, ovvero controllo da parte dello Stato di approdo sulle condizioni di sicurezza delle navi straniere che scalano i porti nazionali) in attuazione del Memorandum di Parigi del 1982, è finalizzata alla verifica del rispetto delle normative e delle convenzioni internazionali in materia di sicurezza della navigazione, tutela dell’ambiente marino ed antinquinamento.

I Nuclei PSC operano in tutta Italia sotto le direttive del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Nel corso dell’ispezione alla nave da diporto maltese, gli Ufficiali del Nucleo PSC della Guardia Costiera Viareggina coordinati dal servizio regionale della Direzione Marittima della Toscana, hanno rilevato diverse carenze, riguardanti soprattutto gli apparati radio di bordo ed i sistemi antincendio, che hanno portato al “fermo” dell’unità fino al successivo ripristino delle condizioni minime di sicurezza. Prevista anche una sanzione amministrativa di circa 750 euro.

Lo yacht sarà nuovamente ispezionato nei prossimi giorni, e solo laddove fosse tutto ok, potrà riprendere il mare.

No comments

*