Carnevale, Confesercenti: “inammissibile la situazione di perenne incertezza”

0

VIAREGGIO – “Inammissibile la situazione di perenne incertezza in cui versa da diversi anni a questa parte l’organizzazione del Carnevale. Per questo chiediamo una sforzo di tutte le realtà economiche e sociali di Viareggio per cambiare rotta. Nonostante il salvagente offerto questa volta dal Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, riteniamo che questa situazione di costante difficoltà che aleggia da diversi anni a questa parte sull’organizzazione del Carnevale non sia un buon biglietto da visita per la città. Non crediamo nemmeno che l’intervento dei privati possa essere la panacea per risolvere i problemi, soprattutto perché in assenza di una forte attività di programmazione, vengono meno il presupposto minimo necessario per poter incentivare i privati ad investire sulla manifestazione”.

Questo il pensiero della Confesercenti Versilia sulla vicenda Carnevale. Ad intervenire è il gruppo dirigente con la presidente Esmeralda Giampaoli: “Il nostro Carnevale è il passaporto turistico nel mondo del brand Versilia e della città di Viareggio in particolare. Pur sottolineando l’importanza del mantenimento della tradizione – aggiunge Confesercenti -, urge la necessità di un rilancio dell’evento che, senza snaturarlo, conduca ad un rilancio attraverso l’ideazione e la programmazione di un palinsesto ricco di eventi tematici, con il coinvolgimento prioritario delle categorie economiche viareggine e la sinergia di tutti coloro che a vario titolo ruotano attorno all’organizzazione del Carnevale”. Conclude Giampaoli “Non ci dimentichiamo che il Carnevale è un evento cruciale per l’economia del territorio della Versilia, anche perché da calendario cade in un periodo di bassa stagione. Mettiamoci a lavoro da domani con la convocazione di un tavolo da parte del Comune di Viareggio, quale soggetto catalizzatore, di tutti i soggetti rappresentativi che possono svolgere un ruolo attivo per il rilancio del Carnevale anche e soprattutto sotto il profilo turistico e commerciale”.

No comments

*