Carnevale e biglietti cumulativi, prevendita alle stelle

0

VIAREGGIO – Straordinario successo per la prevendita dei biglietti cumulativi validi per le cinque sfilate del Carnevale di Viareggio 2015, in programma l’1, 8, 15, 22 e 28 febbraio. Sono 5.500 i biglietti venduti al prezzo scontato di 27 euro. Da domani saranno acquistabili a  30 euro presso tutti i tradizionali punti vendita e presso i supermercati Esselunga.

E proprio grazie alla partnership con Esselunga insieme al biglietto cumulativo un buono sconto di 10 euro su una spesa minima di 50 euro (spendibile con Carte Fidaty) presso i supermercati Esselunga di Camaiore, Carrara (loc. Turigliano), Lucca, Massa, Pisa e Viareggio.

Le polemiche a Viareggio sulla decisione della Fondazione Carnevale di far pagare il biglietto (prezzo, 13 euro) ai corsi mascherati del 2015 ai bambini tra 7 e 12 anni, però vanno avanti. Sono esclusi dal pagamento solo i bimbi residenti nel comune e tutti quelli inferiori a 7 anni. Sui social network fioccano le proteste per la discriminazione tra bambini che abitano a Viareggio e gli altri. C’e’ delusione, in particolare, delle famiglie residenti nei comuni limitrofi che, almeno loro, speravano di vedere i loro figli esentati: era stato detto cosi’ l’ottobre scorso, ma ora la Fondazione ha cambiato idea. Inoltre in un intervento i senatori del Pd Andrea Marcucci e Manuela Granaiola dicono che “far pagare i bambini di oltre 6 anni non abitanti a Viareggio e’ sbagliata”, “il Commissario la riveda”. “Si tratta – dichiarano Granaiola e Marcucci – di una scelta assai discutibile anche dal punto di vista del marketing. Il Carnevale e’ la festa di tutti i bambini, e’ odioso inserire differenze che potrebbero creare contraccolpi negativi. Dobbiamo aumentare il numero dei partecipanti, con tariffe flessibili ed agevolare le famiglie. Per quanto riguarda i finanziamenti dello Stato, lavoriamo affinche’ il contributo del Mibact possa mettere in sicurezza la manifestazione”.
La decisione di far pagare tutti i bambini nella fascia 7-12 anni (non pagano niente quelli piu’ piccoli), di cui riporta oggi il quotidiano Il Tirreno, e’ del commissario alla Fondazione Carnevale, Stefano Pozzoli, chiamato a gestire la crisi della manifestazione che e’ conseguenza diretta del dissesto finanziario al Comune di Viareggio, anche questo ente commissariato. Nel 2014 l’ingresso al Carnevale era gratis per i bambini non di Viareggio fino a 10 anni, ma la necessita’ di rafforzare le entrate della manifestazione hanno suggerito al commissario Pozzoli questa nuova misura. I corsi mascherati del Carnevale sul lungomare di Viareggio saranno cinque nei giorni 1, 8, 15, 22 e 28 febbraio.

 

No comments

*