Carnevale, habemus commissario: il sindaco presenta Pozzoli a Palazzo delle Muse

0

VIAREGGIO  -( di Letizia Tassinari ) – Habemus commissario. E’ stato presentato a Palazzo delle Muse, dal sindaco Leonardo Betti, il commissario della Fondazione Carnevale, Stefano Pozzoli.

pozzoli stefano

Il professore è stato nominato oggi, e inizia cosi un percorso nuovo, condiviso tra Comune e Regione Toscana. Un aiuto, quello dalla Regione, per sopperire alla carenze economiche dell’amministrazione viareggina.

A breve il primo cittadino fisserà un appuntamento con i parlamentari per i finanziamenti, questa la promessa di Betti. “La razionalizzazione dei costi sarà il primo punto – ha affermato il sindaco -, ma i carri non si toccano”. I tagli, razionalizzati, verteranno su altro. Su cosa?  I carri pesano circa del 50% sul costo totale della manifestazione e se, come precisato alla conferenza stampa, “il bilancio si fa con le risorse che ci sono, non con le ipotesi”, cosa verrà tagliato è immaginabile.

“Sto inizando ora a verificare il bilancio della scorsa edizione – ha affermato Pozzoli -, oggi abbiamo due temi da affrontare, il primo è quello di evitare la liquidazione della Fondazione. Il secondo, parallelo, quello di impostare un bilancio per l’edizione futura, quella del 2015. Occorre capire quali, e quante, siano le risorse per poi fare un Carnevale all’altezza della tradizione viareggina”. L’impegno del Commissario è di finire il suo compito nel piu’ breve termine possibile. nove mesi,  la previsione, quanto una gestazione. per salvare il Carnevale 2014, progettare quello del 2015 e traghettarlo, da buon Caronte, nel futuro, si spera più roseo.  “Conto per ottobre di avere notizie chiare –  ha risposto Pozzoli alle domande dei giornalisti che chiedevano lumi, visti i tempi ristretti, anche per la presentazione dei bozzetti – , ma non posso dare certezze immediate”. Nel lavoro del commissario anche la ricerca di sponsor a largo spazio, e la ricerca dei partners, tramite gara informale, verrà affidata a una società di marketing, seria. “Una manifestazione che incassa oltre due milioni dalla biglietteria- ha aggiunto –  non può ricavare meno di 200mila euro dagli sponsor. Il mercato soffre in questo momento, ma allo stesso tempo non ci si può sempre rifugiare da papà Comune o mamma Regione. Per la prossima settimana ho già fissato un appuntamento con una concessionaria di pubblicità”.

Ma quanto ci costerà il commissario (che a quanto pare potrebbe essere affiancato dagli unidi due non dimissionari, Gualtero Lami e Patrizia Lombardi)? 60mila euro lordi, che  incideranno sul bilancio della Fondazione, ma che Pozzoli si è autoridotto del 20%. L’incontro con i carristi ancora è da fissarsi.  Una cosa certa, al momento, nella più pessimistica delle ipotesi, è che se i soldi non ci fossero il Carnevale potrebbe saltare.

( Foto di Iacopo Giannini )

No comments

*