Carnevale, si dimette Tiziano Nicoletti. Strappo dei costruttori?

0

VIAREGGIO (di Alberto Pardini) – Tiziano Nicoletti, membro dell’ufficio di presidenza della Fondazione Carnevale in rappresentanza dei costruttori, ha rassegnato oggi le sue dimissioni dall’incarico, un atto quello del legale viareggino, che sancirebbe la rottura tra i carristi del Carnevale di Viareggio e la stessa Fondazione, e di conseguenza con l’Amministrazione Comunale di cui è espressione.

Le recenti ammissioni, ma anche dichiarazioni, del sindaco Leonardo Betti hanno creato reazioni rabbiose nel mondo del carnevale, soprattutto in quella parte – essenziale – che di Carnevale vive nel senso letterale dell’affermazione.  Lo stesso presidente Pasquinucci, messo un po’ di mezzo, si è dato 15 giorni per provare a salvare il salvabile e trovare risposte concrete da politica e categorie. D’altronde il tentativo del primo cittadino, e con lui del neo assessore Bertoli, di smarcarsi dalla solenne promessa di settembre che dette il via all’organizzazione della manifestazione, non è stata digerita da nessuno, nemmeno da quei carristi che proprio lo scorso anno sostennero in forze l’ascesa di Generazione Democratica, quella del “carnevale nel sangue”, alla guida della città. Nonostante la situazione sia più grave di quella dello scorso anno, stavolta i costruttori non sono ricorsi – per ora – a forme drastiche di protesta, come l’occupazione della Fondazione durante la presidenza Santini, ma le dimissioni di Nicoletti potrebbero aprire a ben altre reazioni.

Ecco la lettera di dimissioni di Nicoletti:

“Caro Stefano

come anticipato ho deciso di rassegnare le mie dimissioni. Ti assicuro che è stata una decisione molto sofferta, soprattutto perchè mi sento in dovere di stare vicino a te ed a tutti gli amici del CDA e CDI in questa battaglia. Lo farò, sarò con voi, ma dall’esterno. Ero stato chiamato (come tutti voi) a gestire l’ordinaria amministrazione del carnevale, ed avevo dato la mia disponibilità. Ho cercato di dare il mio apporto, pur essendo consapevole che potevo e dovevo dare di più sia in termini di disponibilità temporale che di efficienza. Ho fatto quello che gli impegni professionali e familiari mi hanno consentito. Purtroppo l’amministrazione comunale, dopo averci mandato al massacro, ci chiede di affrontare una battaglia, di andare in trincea ogni giorno per salvare la loro faccia: io non me la sento, e soprattutto non ritengo di essere adatto alle battaglie in cui non credo. Ti ripeto che ho aspettato fino all’ultimo, solo per l’affetto e la stima che mi lega a te ed a tutti i fantastici componenti della NOSTRA squadra. Vi prometto che non vi abbandono”.

L’associazione costruttori del carnevale di Viareggio ringrazia l’avvocato Tiziano Nicoletti per il lavoro svolto all’interno della Fondazione Carnevale: “Persona seria ed equilibrata ha sempre agito nell’interesse del Carnevale e della città di Viareggio, in un opera costante di condivisione reciproca, franca e trasparente. L’amministrazione comunale crediamo che debba riflettere di fronte a questo gesto sofferto e meditato e soprattutto coloro i quali volevano che Tiziano diventasse il Presidente della Fondazione Carnevale. Il contributo comunale più volte assicurato e non concesso, la mancanza di rispetto nelle comunicazioni ufficiali, anticipate prima ai mass-media che ai responsabili del carnevale e le ultime sconcertanti esternazioni del sindaco hanno sicuramente contribuito a rompere quel “ponte” che Tiziano aveva saputo fin qui ricostruire con grande sobrietà.
Siamo sicuri però che nonostante questa battuta d’arresto, il “Nostro Tiziano” saprà contribuire in un modo o nell’altro alla rinascita della più importante manifestazione della città: il Carnevale di Viareggio”.

 

No comments

* VERIFICA SCRIVI I CARATTERI CHE VEDI NELL'IMMAGINE SOPRA