Casellario giudiziario del presidente di Sea, Santini: “Pretendo i documenti o vado dai Carabinieri”

0

VIAREGGIO – “Se prima volevo i documenti su un alto dirigente di un’azienda partecipata di Viareggio, ora li pretendo”.

Anche Alessandro Santini, coordinatore di Forza Italia, dice la sua sul “caso” Sea e la richiesta del casellario giudiziario del presidente Fabrizio Miracolo:

“Non accetto di essere preso in giro ed offeso e svilito nell’espletamento del mio mandato elettorale.
Ho richiesto tutta la documentazione riguardante il presidente di Sea, sicuro e certo che non ci sia nulla di male e nulla da nascondere.
Ma SEA Ambiente mi ha negato quanto richiesto e mi ha detto di rivolgermi al Sindaco di Camaiore, che ovviamente ha risposto che non mi può consegnare niente non essendo io un Consigliere Comunale della sua città.
E ha ragione.
Fatta nuova richiesta alla Sea nemmeno mi ha dato risposta, anzi ha scritto al Sindaco di Camaiore facendo sapere che “non si considera più soggetto che detiene stabilmente la documentazione alla quale si chiede l’accesso”.
Tutto ciò è offensivo, vergognoso ed inaccettabile.
Ritengo che SEA, come azienda partecipata del Comune di Viareggio debba immediatamente procedere consegnando tutta la documentazione che ho richiesto e che già ha consegnato al Comune di Camaiore.
Pretendo ed esigo che la mia richiesta legittima venga soddisfatta in quanto Consigliere Comunale del Comune di Viareggio e quindi controllore della stessa Società per conto dei cittadini, che ora mi sta negando l’accesso agli atti ed impedendo il regolare espletamento del mio mandato e delle mie funzioni.
Faccio appello al Prefetto di Lucca perché mi venga consegnata tutta la documentazione richiesta, altrimenti sarò costretto a fare regolare denuncia alla Compagnia Carabinieri di Viareggio”.
 

 

No comments

*