Caso Viareggio, Fratelli d’Italia: “Rossi e la politica della bandierina”

0

VIAREGGIO  – «E’ con non poca sorpresa che abbiamo appreso dell’improvviso attaccamento del Governatore Rossi alla città di Viareggio e alle sue due più importanti manifestazioni: Carnevale e Festival Pucciniano, che grazie all’intervento della Regione Toscana potranno guardare al futuro con un pizzico di ottimismo in più. Uno stupore, il nostro, dovuto al comportamento che la stessa maggioranza di Rossi ha tenuto finora in Consiglio Regionale, dove ha sistematicamente bocciato senza mezzi termini le varie iniziative dell’opposizione sul tema, in particolare quelle della consigliera di Fratelli d’Italia Marina Staccioli, che più volte nel corso degli ultimi anni ha portato in aula le problematiche del Pucciniano chiedendo dapprima finanziamenti, e poi una più equa distribuzione dei fondi del Piano della Cultura, che vedeva realtà decisamente meno rilevanti  ottenere risorse tre, quattro volte superiori. Sempre senza successo.

«Sia chiaro, siamo contenti che il Governatore si sia attivato in tal senso e auspichiamo che si passi presto dalle parole ai fatti, ma vogliamo sgomberare il campo da quell’aurea da “salvatore della patria” che qualcuno sembra volergli cucire addosso. La realtà è semplicissima: con la conferma della sua ricandidatura alle prossime regionali, il Governatore ha già iniziato la sua campagna elettorale, e Viareggio – con l’elettorato Pd alle prese con le continue sbandate dell’Amministrazione Betti – ha bisogno di essere “riconquistata”, e questo si fa meglio in campagna elettorale portando avanti la “politica della bandierina”, ovvero del far sembrare che tutto nasca per propria intuizione e per propri meriti, mentre molto spesso sono gli eventi a costringere le azioni, come in questo caso. Sarà poi il tempo a raccontarci se e come questi impegni verranno mantenuti, e come il Sindaco Betti onorerà il suo debito politico con Rossi, al quale – si può dire – ha consegnato due dei gioielli della città.

No comments