Ceragioli si candida a sindaco per i pentastellati: “Insieme possiamo”

1

CAMAIORE – Il movimento 5 stelle di Camaiore ha ottenuto  la certificazione dallo staff e l’autorizzazione ad utilizzare il logo.

“É una soddisfazione immensa,in questi anni ho visto entrare ed uscire tante persone dal movimento che si ritenevano grilline doc ,alla fine abbiamo creato un gruppo forte e coeso pronto a sfidare il sistema partitocratico ,sempre più ignaro dei bisogni dei cittadini”(commenta  enrico Raffaelli uno dei fondatori del meetup camaiore).Dobbiamo tornare ad amare la nostra bellissima “Camaiore” e non a vergognarci di essa  ,ad essere orgogliosi del bello che ci circonda .Dobbiamo tornare a vivere Camaiore,passeggiare per strade pulite  con servizi efficienti”, scrive il candidato sindaco Francesco Ceragioli: “Il m5s di camaiore nasce dalla considerazione che la politica fatta sul territorio dalle attuali rappresentanze é meramente autorefenziale e semplice propaggine di un corpo centrale ormai distaccato dalla realtá della cittá .I cittadini saranno al centro della nostra amministrazione a 5 stelle;noi saremo accanto a loro e loro saranno accanto a noi per scegliere insieme come cambiare Camaiore.Il nostro sará un cambiamento di metodo che inciderà sui contenuti.l’attuale amministrazione in questi anni ha speso poco e male i soldi dei cittadini:sono stati trascurati i servizi sociali,culturali,educativi e sportivi,la manutenzione stradale e la cura dei parchi e dei giardini .É opportuno razionalizzare la spesa pubblica tagliando gli sprechi e utilizzare le risorse in politiche sociali .Tra le proposte del m5s di camaiore ci sará anche quella di un reddito di cittadinanza locale da dare alle persone disoccupate ,le quali sono state private del diritto di condurre una vita dignitosa,é opportuno riappropriasi della gestione dell’acqua ,la quale é un bene pubblico e non deve essere gestita a fini speculativi,nel nostro programma saranno presenti misure di agevolazione della partecipazione delle comunita  locali nella tutela e valorizzazione del territorio,l’a utorecupero degli immobili da destinare ad emergenza abitativa,impianti di depurazione obblicatori per ogni casa non collegabile ad impianto fognario,piano di mobilità per i disabili,connettivitá gratuita per i residenti del comune e incentivazione produzione locale.Al centro del nostro progetto c’é il cittadino,il quale deve essere coinvolto nella politica del proprio comune ,deve essere valorizzato,  da spettatore passivo a protagonista.Solo cosi possiamo cambiare,insieme possiamo”.

1 comment

Post a new comment

*