Cessazione dal servizio, il Tribunale di Lucca respinge il ricorso di due medici

0
Con Ordinanza depositata il 25/11/2015 il Tribunale di Lucca in composizione collegiale ha respinto il ricorso presentato dai Dirigenti Medici dell’Azienda USL, dottori Andrea Gozzini e Paolo Puccinelli avverso al provvedimento aziendale con cui era stata disposta la loro cessazione dal servizio.
2Questa decisione necessita alcune considerazioni – si legge nella nota -: “Anzitutto, la sentenza dimostra che la Direzione Aziendale, ed in particolare il Direttore Amministrativo, oltre che gli uffici preposti (Gestione del Personale) hanno lavorato in modo corretto e con la giusta interpretazione della norma e delle procedure in un ambito particolarmente complesso. Deve essere anche dato merito all’Ufficio Legale interno della Azienda USL per aver sostenuto egregiamente le motivazioni dell’atto amministrativo nel corso del procedimento giurisdizionale.
 Detto questo, non posso esimermi dal sottolineare che non vi è nella Direzione aziendale alcuna “EUFORIA” per il risultato raggiunto perchè evidentemente questo comporta la “sofferenza” di due professionisti che avevano la volontà di continuare la loro attività professionale ancora per un periodo di due anni.  L’Azienda ha intrapreso la procedura degli esuberi perchè quello era un percorso obbligato da norme di legge e da disposizioni vincolanti. L’unico sollievo deriva dalla constatazione che nella stragrande maggioranza degli altri casi non si è registrata uguale sofferenza. Al Dr. Gozzini e al Dr. Puccinelli, va certamente il sentito ringraziamento per l’attività svolta in tanti anni all’interno della struttura sanitaria della Versilia. Da ultimo, credo sia lecito sottolineare come alcuni, interni ed esterni all’Azienda, hanno parlato e scritto a sproposito della questione “PENSIONAMENTI” senza avere esatta e corretta cognizione di questo argomento, volendo anzi, utilizzarlo per finalità diverse. La Direzione Aziendale ha sempre lasciato fare, convinta che il chiarimento sarebbe arrivato e quello di ieri è il stato il primo”

No comments

*