“Chiediamo lavoro, ci danno immigrazione”. Flash mob e fumogeni contro i profughi a Torre del Lago

0

TORRE DEL LAGO – “Chiediamo lavoro, ci danno immigrazione”. Flash mob e fumogeni oggi pomeriggio verso le 16 a Torre del Lago sotto la pensione Andrea Doria sul viale Marconi. A esporre lo striscione, i militanti di Forza Nuova. I profughi, 17 – gli altri 9 infatti sono stati dirottati al Terminetto, in via della Gronda – sarebbero, da indiscrezioni, arrivati ieri in serata. Un blitz di protesta nella frazione pucciniana, quello di oggi,  di fronte all’hotel di Andrea Tommasi i forzisti hanno improvvisato, anche se ( LEGGI ANCHE: Profughi a Torre del Lago, i residenti pronti a fare picchetti … ) il “picchetto” era nell’aria. 

12355250_1678470559064019_76798197_n“Siamo di fronte all’ennesima situazione in cui imprenditori e associazioni varie cercano di battere cassa riscuotendo le previste 35 euro a profugo per ogni giorno di accoglienza – afferma Michele Ghilarducci, responsabile di Forza Nuova di Viaregggio – e qualcuno ha pure la faccia tosta di far passare queste operazioni come attività umanitarie e filantropiche o come opere di carità cristiana”. “I soldi stanziati per l’accoglienza sono un schiaffo morale per tutte le numerose famiglie italiane che si trovano in difficoltà non si trovano, o non si vogliono trovare, – continua Michele Ghilarducci- risorse per aiutare quella parte del popolo italiano che a causa della crisi sta attraversando un periodo tragico, ma per l’accoglienza dei presunti profughi i fondi si trovano comunque; qualcuno crede ancora che dietro questa accoglienza forzata dai diktat della prefettura non ci siano degli interessi? Trovo addirittura ridicola la decisione delle istituzioni, in seguito alle proteste dei residenti, di dirottare una parte dei pakistani nel quartiere Terminetto, in questo modo non si elimina il problema ma semplicemente lo si spalma sul territorio; forse ci si illude di calmare gli animi dei residenti di Torre del Lago con un contentino del genere?I cittadini di Viareggio e Torre del Lago, che il sindaco ed il prefetto non si sono mai sognati di interpellare, sono stufi di essere presi per i fondelli. Tenuto conto della condizione economica e finanziaria del comune di Viareggio e della condizione in cui vivono molte famiglie italiane ritengo che non possiamo e non dobbiamo permetterci di accogliere nessuno. Con l’azione di oggi abbiamo voluto ribadire che la sezione viareggina di Forza Nuova rimane disponibile ad organizzare ed a partecipare a qualsiasi iniziativa popolare al fine di impedire l’arrivo di ulteriori clandestini nel comune di Viareggio. Chi non si ribella non ha il diritto di lamentarsi!”.

No comments

*