Cima (FI): “Betti non è all’altezza di ricoprire il ruolo di sindaco”

0

Non si placa la polemica tra il sindaco, Leonardo Betti, e i consiglieri di Forza Italia. Dopo il durissimo scambio di accuse in seguito al consiglio comunale sul Carnevale che ha visto protagonisti il primo cittadino e il consigliere Alessando Santini, a rincarare la dose, schierandosi al fianco del suo compagno di partito, è il capogruppo del partito di Berlusconi, in città, Antonio Cima.

“In occasione del consiglio comunale del 1° luglio  chiesto espressamente dal consigliere Alessandro Santini ed altri e riguardante il contributo che ancora la Fondazione Carnevale attende nonostante le pubbliche promesse del sindaco, era stata raggiunta una condivisione unitaria su una mozione che chiedeva a Sindaco e alla giunta di far fronte agli impegni assunti. Si poteva votare in pochi minuti, visto l’accordo generale, ma l’intervento del sindaco Betti, incomprensibile, inaccettabile nei toni, provocatorio verso il consigliere Santini, pieno di livore e di astio ha rischiato di far saltare tutto”.

Il consigliere Santini di fronte a tanta tracotanza ha reagito e “giustamente – aggiunge Cima – ha fatto valere le proprie ragioni. Come capogruppo di Forza Italia sono intervenuto per far capire al sindaco che non era questo il modo di rappresentare la città senza un minimo di autcontrollo. Ma lui se la rideva a presa di giro,  dimostrando nessun rispetto neppure per se stesso. A quel punto ho detto al sindaco che non era all’altezza di svolgere il ruolo che ricopre.
Voglio esprimere a nome di tutto il gruppo di Forza Italia e del partito che rappresento in consiglio comunale la massima solidarietà all’amico e collega Santini e sottolineo con forza che non sono più disponibile ad assistere a spettacoli di immaturità politica di questo0 genere”.

“O si torna – conclude l’ex candidato sindaco – a fare politica e amministrazione pubblica con il dovuto rispetto verso la città oppure dovremo prendere forti decisioni che dimostrino ai viareggini a che punto siamo arrivati”.

Sulla vicenda interviene anche il coordinatore cittadino di Forza Italia, Giovanni Santini, che parafrasando Esopo, fornisce una rivisitazione in chiave allegorica della serata:  “Il sindaco Betti provoca il consigliere Santini; il provocato reagisce ed il provocatore chiede al Pretorio di intervenire al fine di ravvisare elementi di lesa maestà contro i quali è evidente si dovrà procedere d’ufficio. Stupefacente! Tanto stupefacente da allibire pure alcuni compagni di scuderia del Sindaco e non pochi spettatori.È vero che si parlava di Carnevale e la scena potrebbe entrare nel copione della prossima canzonetta, ma lo si stava facendo in un contesto istituzionale in cui il rispetto dovuto deve necessariamente precedere il rispetto atteso.Per quanto attenti censori delle azioni amministrative e non di Leonardo Betti, gli garantiamo massima indulgenza ove dovesse ampliare il suo staff” a beneficio di ulteriori collaboratori che ne curino il comportamento e ne garantiscano la serenità. E, se magari, si sentisse offeso anche da queste mie considerazioni, benissimo, ha l’opportunità di querelare due Santini al prezzo di uno”.

No comments

*