Commissione bilancio di Viareggio con lo spettro dell’intervento della prefettura

0

Anche questa mattina, nel corso della commissione bilancio, l’assessore competente Lorenzo Bertoli, presente per illustrare le delibere all’ordine del giorno, è stato incalzato e sollecitato dai membri dell’opposizione a fornire notizie in merito ai conti del bilancio comunale consuntivo e preventivo. “Purtroppo – spiega il consigliere di opposizione, Massimiliano Baldini – ancora una volta e malgrado siano già stati abbondantemente sforati tutti i termini previsti dalla legge, l’assessore non è riuscito ad andare al di là di una laconica informazione circa la buona volontà, a suo dire sia chiaro, di questa giunta di mettere pulizia nei conti. Tutto questo continuando a non fornire alcun documento, alcun dato concreto, alcuna pezza d’appoggio, niente di niente”.

Siamo al 2 luglio, ben oltre la scadenza del 30 aprile, e l’amministrazione comunale continua a non essere in grado di sbrogliare la matassa del bilancio comunale accumulando ritardi su ritardi e “Giocando a nascondino con i cittadini che vogliono sapere cosa è stato fatto dei propri quattrini. L’imbarazzo di tutta la commissione di fronte alle parole dell’assessore Bertoli è stato tale che anche i membri della maggioranza e lo stesso presidente hanno sollecitato l’invio della documentazione in tempi rapidi e nel rispetto dei diritti che spettano alle minoranze e comunque a tutti i consiglieri per visionare gli atti con una tempistica che garantisca un voto consapevole ed informato”.

E, per rendere l’idea di quale sia il livello di fiducia delle stesse forze di maggioranza nei confronti del proprio assessore, la richiesta suddetta è stata fatta mettere a verbale dal presidente Genick che ha dettato al segretario, parola per parola, una verbale duro ed incalzante. “Di fronte allo sguardo spaesato dell’assessore Bertoli – aggiunge il rappresentante del Movimento cittadini per Viareggio e per Torre del Lago – del tipo cosa vi racconto se è tre mesi che non so che pesci prendere, abbiamo insistito affinché siano forniti subito almeno i dati ed i numeri raccolti ad oggi. Speriamo bene, ma il sì dell’assessore sembrava quello dei condannati a morte”.

Una preoccupazione che è ulteriormente aggravata dal fatto che lo stesso Bertoli ha dichiarato che, visto il ritardo accumulato nel procedere agli adempimenti di legge in merito al bilancio, si aspetta che la stessa prefettura di Lucca possa intervenire in ogni momento nei confronti del comune di Viareggio.

“E’ quindi facilmente comprensibile – conclude Baldini –  quale sia lo stato di confusione e di inettitudine amministrativa in cui versa questa compagine che, a quanto pare, priva della benché minima autorevolezza, non riesce a venire a capo dei problemi ed è da mesi rimbalzata da un ufficio a quell’altro come un flipper. Siamo davvero molto preoccupati perché le conseguenze di tale grave situazione non potranno che ricadere sulla città e sui cittadini”.

No comments

*