Compostaggio domestico, al via il progetto

0

CAMAIORE – Lunedì 9 febbraio prenderà il via il progetto del compostaggio domestico e di comunità al fine di ridurre la produzione di rifiuti sul territorio del Comune di Camaiore. Trecento nuovi composter verranno messe a disposizione dei cittadini che ne faranno richiesta per produrre compost dai rifiuti organici.
L’attività ha anche un componente di risparmio per le famiglie dato che il loro uso consentirà di avere uno sconto del 10% sulla parte variabile della Tari.
La consegna partirà con le seguenti modalità: chi ha protocollato la richiesta (scaricabile presso la pagina dell’ufficio ambiente del Comune di Camaiore) potrà ritirare il composter, presentandosi munito di copia del documento di identità, il lunedì e il mercoledì dalle 14.30 alle 17.00 in via IV Novembre numero 70, presso la rimessa comunale.
Per qualsiasi informazione, è possibile contattare l’Ufficio Ambiente al numero 0584986361 e 0584986362.
Nell’ambito dell’iniziativa è stato consegnato questa mattina alla Scuola dell’Infanzia “Emanuela Cupisti” di Lido di Camaiore un composter che servirà, all’interno di un percorso didattico, a illustrare ai bambini come effettuare una raccolta differenziata corretta dei rifiuti quotidiani.
Alla consegna erano presenti l’Assessore all’Ambiente Pierucci e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Galeotti, oltre che le maestre dell’Istituto e la dirigente Pucci.
Il progetto è inserito in un ampio contesto di educazione ambientale a cui vengono introdotti i bambini all’interno della Scuola Cupisti: alcuni arredi vengono creati attraverso il riutilizzo di determinati rifiuti opportunamente riadattati, così da trasformare ciò che è scarto in utile risorsa. Il prodotto del composter sarà impiegato dalle insegnanti per fertilizzare l’orto della scuola, sottolineando il ciclo continuo con cui la natura crea e dona i suoi frutti. Il lavoro con le scuole è la base per promuovere un cambiamento culturale necessario sia per il rispetto dell’ambiente sia per il suo impatto sui bilanci delle amministrazioni locali.

No comments

*