Condannato e libero, spaccia in Pineta: preso

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Torna il Reparto Prevenzione Crimine Toscana a Viareggio,  di supporto alle Volanti del Commissariato di Polizia di Viareggio,  e uno spacciatore, l’ennesimo,  finisce in manette. Gli agenti dell’Rpc stavano transitando nei pressi della Pineta di Ponente quando hanno notato uno straniero confabulare con un italiano, in modo “sospetto”. La scena, alla vista degli agenti, era palese: si trattava di un pusher e del sul “cliente”, che stavano trattando l’acquisto di una dose. Il pusher alla vista dei poliziotti ha tentato di darsi alla fuga, mettendo a rischio famiglie con bambini che nel pomeriggio di ieri affollavano il parco cittadino ma  è stato preso e ammanettato. Portato in Commissariato è emerso che lo straniero, Rakid Dakir, 24 anni, irregolare in Italia e senza fonti di sostentamento se non l’attività di spaccio, era già stato condannato a due anni di reclusione nel dicembre dello scorso anni, pena sospesa, e il pm di  turno, Elena Leone,  ne ha disposto l’arresto.  In tasca gli agenti gli hanno trovato 7 dosi di cocaina e soldi. Difeso dall’avvocato Massimo Landi questa mattina lo spacciatore è processato per direttissima al Tribunale di Lucca. Pena patteggiata a 1 anno e 4 mesi, con 1200 euro di multa e obbligo di presentarsi ogni giorno, per due volte al dì, alle forze di polizia. In base al comma 5 dell’articolo 73 del Dpr 309/90, applicabile quando la quantità di droga è modica, il carcere non è più consentito. Per lui sono state comunque avviate le pratiche per l’espulsione dall’Italia.

 

.

 

 

No comments

*